Utente 306XXX
Gentili dottori, vi scrivo per chiedere un parere riguardo una prostatite che mi è stata diagnosticata qualche tempo fa. Inizialmente ho fatto una cura di ciprofloxacina per 5 giorni, e mi è sembrato che il fastidio si fosse attenuato, fin quando, circa due settimane fa mi è tornato. Il dottore mi ha fatto fare ancora questa cura, ma ad oggi (cura finita) il fastidio sembra esserci ancora. C'è qualcos'altro che dovrei fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Si: una valutazione diretta da Urologo o Andrologo, con visita alla prostata e eventuali indagini batteriologiche specifiche o test diagnostici, che le verranno comunicate.
[#2] dopo  
Utente 306XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per il consiglio, in ogni caso sono un po' preoccupato. In giro si dice che la prostatite potrebbe diventare anche cronica e che in tal caso essa sarebbe incurabile. C'è davvero questa possibilità?
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Come sempre in Medicina una condizione cronica è più difficilmente debellatile di una acuta, e la prostatite non costituisce un'eccezione. Anche per questo è importante una valutazione specialistica.