Utente 381XXX
Salve, vi scrivo per chiedervi un parere in merito a quanto mi accade da un po' di tempo.
Spesso mi capita di avvertire come se si formasse una bolla d'aria in gola che mi fa sobbalzare o come una sensazione di vuoto brevissima al cuore che mi fa andare nel panico più totale quando la percepisco perché mi chiedo sempre se stia per arrivare la mia ora...
Sono purtroppo un tipo molto ansioso in ogni cosa che faccio... anche quando vado in palestra e salgo sul tappetino mi carico di ansia come se dovessi fare una sfida non so contro di chi, ansia ovviamente che mi compromette la passeggiata sul tappetino.
Sto vivendo un periodo lavorativo che mi sta caricando di tensione poiché sono stato nominato vicedirettore dell'azienda presso cui lavoro ma, come si sa in questi casi, è solo un aumento di responsabilità che sto cercando di coprire nel migliore dei modi a causa anche della carenza di personale che non mi aiuta nell'espletamento delle mie funzioni; tutto questo mi sta portando ad un circolo vizioso di ansia e nervoso!
A dicembre ho deciso di iscrivermi in palestra per cercare di perder peso, cosa che ho fatto con successo scendendo dai vecchi 105kg agli attuali 88 (circa) regolando anche l'alimentazione senza fare grossi sacrifici; speravo anche di scaricare la mia ansia, invece no, me la ritrovo appresso come un fardello che non riesco a togliermi dalle spalle.
In seguito a degli attacchi di panico che mi portavano tachicardia, soprattutto di sera e negli ultimi periodi di notte, svegliandomi all'improvviso (almeno per come mi hanno liquidato sempre dalle varie corse al pronto soccorso che ho fatto per tale ragione) decido di fare una visita cardiologica completa con il seguente risultato.

OC: Toni ritmici, validi. OP: MV diffuso
PA: 160/110 mmHg
ECG: Ritmo sinusale a 80 b/m
Ecocardiogramma e Doppler TSA: v all odierno

per quanto sopra, la pressione purtroppo mi schizza non appena vedo un medico o l'apparecchio della pressione, non posso farci niente anche se ho deciso di comprare una macchinetta per familiarizzare in casa e ad oggi, credo un po' grazie al calo di peso ed al cambio di alimentazione, la mia pressione si è stabilizzata tra 110/74 mmHg, grazie anche all'ausilio di una mezza compressa al giorno di Blopress da 16mg che ora ho sospeso con l'arrivo delle alte temperature che mi buttano giù.
Continuo con il resto della visita:

Ecocardiografia:
Mitrale: lembi mobili;
Aorta: valvola tricuspidale, lembi mobili;
Atrio sn: di normali dimensioni (DAP: 42mm)
Ventricolo sn: di normali dimensioni e lieve ipertrofia uniforme (DTD 45mm, SIV: 12 mm), normocontrattile,
Sezioni destre nei limiti
Pericardio indenne
Doppler: E/A>1, minimo rigurgito mitralico, minimo rigurgito tricuspidalico.
FEVS stimata: >60%

Ora il fatto che stia avvertendo i fenomeni prima descritti mi sta mettendo in agitazione e vorrei capire sinceramente se c'è qualcosa che non va o è la mia testa che ormai mi sta giocando brutti scherzi.
Grazie in anticipo a tutti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
dalla sintomatologia che descrive si tratta di extrasistoli percepite come bolle o come senso di vuoto.

Il referto dell'Ecocardio è negativo e questo deve rassicurarla.
Le consiglio di programmare un Holter ECG/24h, per valutare il suo ritmo cardiaco.

L'attività fisica non è la palestra: se genera ansia e la sottopone a sforzi fisici non fa bene ai cuori più sani.
Non usi la automobile e si muova a piedi, faccia passeggiate a passo svelto.... Questa è l'attività fisica che fa bene al cuore.

Infine, si rivolga a uno specialista per una cura farmacologica dell'ansia .

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Dott.Vincenzo, la ringrazio di cuore per la sua cortese risposta, non immagina quanto mi ha tranquillizato, non perché non mi fidassi del medico che mi ha visitato, assolutamente, ma è che ultimamente sono molto "sotto torchio" ed ogni minimo dolore o manifestazione fisica di qualsiasi genere penso subito al peggio, ed ecco il perché ho voluto rivolgermi a voi per avere un parere in più.
Comunque, l'auto purtroppo sono costretto a prenderla per due ore al giorno perché lavoro ad 80km da dove abito, quindi immagini che devo fare 160km al giorno perché purtroppo i mezzi pubblici non coprono la zona a me necessaria ma non appena rientro a casa, se non vado in palestra, mi infilo tuta e scarpette e vado a passeggiare a passo veloce sul lungomare che misura quasi 4km... diciamo che mi faccio un 30km a settimana!
In palestra non voglio fare il culturista ma solo tonificare i muscoli per evitare che mi caschino in conseguenza della perdita di peso che ho avuto ma non so perché, appena vedo quel tappetino è come se mi scattasse una molla che mi carica di tensione, forse perché la vedo come una cosa da fare "per forza" e non come un piacere come la passaggiata.
Per l'olter lo stavo "mirando" già da diverso tempo mentre dallo psichiatra ho deciso di andarci in settimana, anche perché per quanto cerchi di rilassarmi c'è sempre qualcosa che mi manda nel pallone e sinceramente non ne posso più di convivere con le mie paure in questo modo.
La ringrazio ancora per la sua cortesia.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Non mi ringrazi.
Pensi a curare la sua ansia, e se il tappetino della palestra le ripugna, lo abbandoni.
In bocca al lupo!!
Cordilaità
[#4] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Crepi... ;)