Utente 385XXX
Buongiorno,
ho 38 anni, non bevo, fumo 1 sigaretta ogni tanto, e sino a fine 2014 ho svolto attività fisica regolarmente per 2-3 volte alla settimana (pugilato amatoriale), con visita medico sportiva sotto sforzo annuale (l'ultima è di gennaio 2014) sempre superata.
Da inizio 2015 per impegni familiari ho interrotto gli allenamenti.
Domenica scorsa ho deciso di fare un giro in mountain bike in montagna, senza alcun allenamento alle spalle, e mi sono spinto un pò troppo in là.
Nell'affrontare una salita impegnativa sono stato costretto a fermarmi per il fiatone (mi sono fermato di colpo) ed ho iniziato subito a sentirmi il cuore pulsare forte in gola.
Mi sono agitato, anche perchè ero da solo nel bosco, mi si è annebbiata la vista (più che altro vedevo tanti “puntini neri”, tipo quando ci si alza di scatto da distesi) ed ho incominciato a sentire alle mani ed ai piedi come delle punture di spillo. Dopo qualche secondo ho avuto inoltre un forte sapore metallico in bocca, delle vertigini ed un senso di nausea.
Mi sono bagnato i polsi ed il viso con l'acqua della borraccia, sedendomi a terra. Dopo qualche minuto il malessere si è attenuato, sono riuscito a risalire in bici ed a scendere in paese. Durante il tragitto di ritorno, con l'aria in faccia, la situazione si è normalizzata.
Il tutto sarà durato qualche minuto.
A casa ho misurato la pressione (130-73), mi sentivo solo un po' spossato, ho mangiato e dormito regolarmente.
Ieri mi sono recato dal medico per precauzione, il quale mi ha detto che molto probabilmente è stato lo sforzo fisico eccessivo, il caldo e la mancanza di allenamento. Mi ha suggerito comunque una visita cardiologica di controllo, anche con ECG sotto sforzo.
Leggevo in internet che lo sforzo eccessivo può provocare una scarsa ossigenazione al cervello, con conseguenti vertigini, nausea ed annebbiamento della vista.
Può essere stato questo?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Può essere stato...
faccia la valutazione cardiologica che le è stata consigliata e per tranquillità.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio.
Ma l'ictus secondo Lei è da escludere, non avendo avuto postumi?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ictus ???? e da cosa lo deduce ????
caro signore non pensi a problemi che non ha....l sue paure non hanno molto di razionale.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Si ha ragione, sono un po' ipocondriaco.
La ringrazio.
[#5] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno,
ho effettuato la visita cardiologica con ecodardio CD.
E' risultato tutto normale, la conclusione è stata: reazione vasovagale su base ipotensiva.
Il cardiologo mi ha riferito che non ritiene necessario un ECG sotto sforzo, ma che posso farlo tranquillamente in occasione della visita medico sportiva che faccio annualmente per lo sport praticato.

L'unico mio dubbio è la dicitura "Note di RV precoce" nel responso dell'ECG.
Cosa significa?
Grazie
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non so di cosa stia parlando....è un acronimo non scientificamente riconosciuto. La domanda avrebbe dovuto rivolgerla a chi le ha fatto l'ECG, ma suppongo che se fosse stato qualcosa di anomalo l'avrebbero informata. Stia tranquillo.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
.