Utente 334XXX
Salve, vorrei sottoporvi il caso di mia madre. A fine aprile le fu rimossa chirurgicamente una massa di ben 10 cm di ampiezza in regione pubica destra. L'ecografia e la tac non erano riuscite a definire la probabile natura della neoformazione descritta comunque in entrambi gli esami come avente caratteristiche di liquidità e formata da circa tre-quattro formazioni confluenti. Non era dolente e continuava a crescere. Durante l'intervento il chirurgo, nel iniettare l'anestetico locale, disse di aver aspirato parte di detta neoformazione tanto era liquida (so che può sembrare strano ma fu questo ciò che disse) e disse di non essere sicuro che i frammenti restanti avrebbero costituito un reperto sufficiente per una diagnosi cito-istologica dirimente. Alla fine questa diagnosi fu: quattro frammenti di tessuto adiposo maturo, (solo questo era scritto nel referto), il che faceva pensare a un lipoma. Mia madre non mostrò il risultato al chirurgo ma solo al medico di base che le disse di attendere tre mesi e poi fare una visita chirurgica di controllo. Purtroppo ora ho scoperto che in corrispondenza della cicatrice e nelle vicinanze mia madre ha ancora una sorta di gonfiore sottocutaneo duro e fisso (diverso dalla prima volta che si presentava come una grossa palla estremamente mobile). La mia domanda è: perchè è ancora gonfia?la diagnosi istologica era dirimente?potrebbe trattarsi di liposarcoma?possibile che da quattro frammenti di tessuto non sia stato possibile diagnosticarlo? (se non sbaglio in genere è sufficiente un semplice citologico)..che dobbiamo fare adesso?e soprattutto, a quale specialista rivolgerci? Grazie infinite
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
l'atteggiamento del Chirurgo è stato molto superficiale, almeno da come lo descrive.

Il consulto de visu è di pertinenza di un Chirurgo oncologo specialista nel trattamento dei sarcomi della pelle e dei tessuti molli: mi viene in mente l'U.O di Chirurgia Dermato - oncologica dell'Istituto Europeo di Oncologia a Milano diretta dal prof. Testori. In ogni caso non si perda tempo.

In bocca al lupo!
Cordialità.

[#2] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la risposta. In realtà nessuno ha mai parlato di sarcoma, è a me che facendo una ricerca su internet è parso di cogliere questa possibilità; nè il radiologo nè il chirurgo hanno mai menzionato il sarcoma. Dunque mi sta dicendo che la diagnosi istologica in realtà non è una diagnosi? il fatto fosse stato rilevato solo tessuto adiposo maturo non avrebbe dovuto tranquillizarci? grazie
[#3] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
Per completezza: nel referto subito dopo l'intervento il chirurgo scrisse asportazione ciste. Invece nel referto dell'anatomo patologo è scritto: descrizione macroscopica: frammenti di tessuto adiposo. Diagnosi: tessuto adiposo maturo.
Grazie ancora, spero in una sua risposta,
Saluti.
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Ecco la mia risposta: ma di più di quello che ho detto non posso aggiungere.
O si fida del referto dell' Istopatologo e quindi conclude che a sua madre è stato asportato un lipoma maturo e benigno oppure, se vi sono segni sospetti, le faccia eseguire una RM del braccio interessato.

Di più mi creda, via web, non è possibile fare.

Cari saluti.
[#5] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
No a dire il vero non mi fido del referto, mi sembra che la situazione sia stata presa piuttosto con superficialità dai vari medici coinvolti..considerando poi che come ho detto sopra in corrispondenza della cicatrice è ancora presente un gonfiore di consistenza dura, provvederemo al più presto a fare i dovuti accertamenti..il fatto è che in quel periodo eravamo molto preoccupati da tutto ciò e quando il chirurgo ci disse che molto probabilmente si trattava di una semplice ciste unito poi al referto del patologo apparentemente tranquillizzante diciamo che non ci è sembrato vero , insomma ci siamo cullati su questo mettendoci una pietra sopra..tra l'altro del gonfiore persistente ho saputo solo ieri in quanto mia mamma non se n'era minimamente preoccupata e..putroppo è fatta così..la ringrazio davvero per l'attenzione che mi ha dedicato.

Saluti.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla!
In bocca al lupo per la mamma!
Saluti.