Utente 385XXX
Buonasera, vorrei richiedere un parere sul mio spermiogramma, effettuato dopo 75 ore di astinenza:
Volume 5,0 ml
Viscosità aumentata
pH 7,5
Liquefazione avvenuta
- ESAME MICROSCOPICO
Numero di spermatozoi 14,0 mil/ml
Numero totale di spermatozoi 70,0 mil/ml
Forme normali 10 % (criteri stretti di Kruger)
Forme alterate 90 %
Anomalie della testa 25 %
Anomalie tratto intermedio 10 %
Anomalie della coda 28 %
Spermatozoi amorfi 37 %

- ESAME DELLA MOTILITA' dopo 60'
Movimenti progressivi rapidi 30 %
Movimenti progressivi lenti 10 %
Movimenti non progressivi 10 %
Elementi immobili 50 %
MOBILITA' PROGRESSIVA 40 %

E' il terzo spermiogramma che effettuo; questo ha dato risultato quasi analoghi al secondo (fatto tre mesi prima) ed entrambi hanno dato risultati molto discordanti dal primo (nel quale avevo 32mln/ml e 96mln totali di spermatozoi). Ho portato questi esami ad un andrologo,che dopo una visita mi ha diagnosticato un varicocele sx di II-IIgrado e un lievissimo idrocele sx e la prostata infiammata. Mi ha detto però di stare tranquillo, perchè con questi numeri una gravidanza è possibile (ma sinceramente vedendo i parametri "consigliati" a me qualche dubbio viene, ma sono ignorante in materia). Nel frattempo mi ha prescritto un altro ecocolordoppler testicolare,urinocoltura completa e spermiocoltura, oltre ad un ciclo di minimo 3 mesi di Fertimev Plus. Questo per valutare la presenza di infezioni e decidere per un eventuale intervento di varicocele. Mi ha consigliato anche di ripetere lo spermiogramma tra 90 giorni e dopo che avremo tutti i risultati diagnostici chiari.
Sottolineo che ho cambiato andrologo, perchè il primo -benchè il primo spermiogramma non fosse affatto deficitario- mi aveva prescritto una cura a base di Bosix per 7gg e vari integratori (Delthamannosio,ADL Flog Plus,Progeprost e Permixon) per 90 giorni, tutto per ridurre (a suo dire) la viscosità. Mi fece fare il secondo spermiogramma dopo una settimana dal primo, con risultati comprensibilmente alterati e la viscosità che anzichè diminuire era ulteriormente aumentata...Il mio medico curante mi ha consigliato quindi di rivolgermi ad un altro andrologo, che ora mi ha prescritto quanto detto sopra. Volevo però un paio di pareri:
- Possibile che nel primo spermiogramma risultassero 32 mln/ml di spermatozoi totale e 96mln totali e che nel secondo la situazione fosse peggiorata fino ad arrivare a 15mln/mm e 45mln totali? Potrebbe essere stato l'antibiotico? Se sì, come mai però a distanza di tre mesi da entrambi gli spermiogrammi non sono tornato a quei livelli ma anzi mi è peggiorata la concentrazione per millilitro?
- Ha ragione il mio andrologo attuale nel dirmi che con numero come questo le possibilità di concepire non sono basse?
- Secondo voi l'iter diagnostico propostomi è giusto o faresti anche altri accertamenti?

Ultimamente, soprattutto a causa dell'ansia per questa situazione, sono stato molto stressato...

Vi ringrazio per quanto potrete dirmi!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non specifica se i due spermiogrammi siano stati eseguiti dal medesimo laboratorio,considerando che la soggettività della valutazione può evidenziare delle differenze significative tra l'uno l'altro esame.Inoltre,il varicocele può incidere sulla qualità dell'esame e,quindi,sulla potenzialità fecondante futura.Infine,ricordo che lo spermiogramma offre unicamente delle proiezioni statistiche,non biologiche,sul potenziale di fertilità di un maschio,che vanno correlate con il tempo da cui si cerca un figlio,con l'età della patner,con la diagnosi ginecologica e,soprattutto con la diagnosi andrologica in cui l'esperienza dello specialista gioca un ruolo centrale.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dottor Izzo, intanto grazie per la risposta.
Per quanto riguarda gli esami:i primi due li ho effettuati nello stesso centro, mentre il terzo l'ho effettuato in un centro diverso, proprio perché mi è stato suggerito cosí avendo dato i primi due risultati contrastanti.
Praticamente, come ho detto, nei tre spermiogrammi i valori discordanti riguardano il numero degli spermatozoi, perché invece tutti gli altri valori sono esattamente uguali.
Nel primo: 32mln\ml e 96mln totali
Nel secondo: 15mln\ml e 46mln totali (fatto sotto antibiotico Bosix)
Nel terzo: 14mln\ml e 70 totali (fatto a tre mesi dai primi due, dopo 3 mesi senza antibiotico e dopo un mese dalla fine della cura a base di Permixon e integratori prescrittami dal precedente andrologo).
L'andrologo che mi ha in cura adesso mi ha spiegato,come lei del resto,che lo spermiogramma fornisce solo proiezioni statistiche sulla probabilità di fecondare e proprio per questo ha detto che nonostante i 14mln\mm se ve ne sono 70mln totali non ci dovrebbero essere problemi. Sottolineo che cmonunque non abbiamo ancora provato ad avere bambini e questi esami sono finalizzati proprio a fare un tentativo da qui a qualche mese... L'andrologo ci ha appunto detto che se provassimo ci sarebbero ottime chanche di riuscire.
Sull'intervento al varicocele é stato meno precipitoso dell'altro collega, che senza nemmeno visitarmi, mi aveva caldamente consigliato di farlo. Quest'altro specialista invece preferisce avere un quadro completo della situazioni con tutti questi esami che ha prescritto, dopo avermi accuratamente visitato ai testicoli e dopo aver fatto un esame rettale. L'impressione che mi ha dato é di non aver preso molto seriamente questa disparità quantitativa tra il primo spermiogramma e il secondo e il terzo. Mi ha detto che potrebbero esserci mille motivi, dallo stress ad una infenzione che eventualmente emergerá dagli esami, passando per il varicocele o altro. Preciso che in questi tre mesi non ho avuto malattie di nessun tipo...ho anche fatto analisi del sangue e urine standard e non ci sono valori fuori dalla norma, proprio nulla. A me ê sembrato strano solo che il terzo spermiogramma -benché fatto a tre mesi dalla fine di un antibiotico e a trenta giorni dal termine della cura sulla prostata- abbia confermato i risultati del secondo (fatto sotto antibiotico) anziché avvicinarsi al primo nei valori della quantitá....
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...in attesa di cercare figlio,mi prenderei una licenza da consulti telematici,numeri e percentuali dello spermiogramma,sempre soggettivi e biologicamente poco significativi.In tutto il mondo si attende perlomeno un anno di rapporti liberi per poter definire una coppia infertile.Cordialità.