Utente 385XXX
Caro Dottore
quando ero ragazzo ho subito una frattura scomposta al polso sinistro che purtroppo per me si è rivelata un disastro in quanto tolto il gesso il polso è rimasto completamente storto. Il braccio sinistro a partire dalla spalla ha perso forza e anche la tonicità muscolare comparata a quello destro.
A distanza di tanti anni anche con l'aumentare dell'eta mi rendo conto che il fastidio ed il dolore e' sempre più invalidante e temo che aumenterà sempre di più. E' possibile oggigiorno con le tecniche di chirurgia attuali ( può indicarmi a proposito dei centri specialistici par tale valutazione ed eventualmente intervento ) ovviare a questa situazione o mi devo rassegnare a sopportare questa situazione per il mio futuro.
Mi rendo conto che le info che le sto dando sono molto povere e non pretendo una risposta esaustiva, ma la questione è se è pensabile un'intervento ovviamente dopo la valutazione del caso.
la ringrazio per la risposta
cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

certamente, esiste la possibilità di interventi correttivi, che però vanno commisurati al problema specifico.

Ad esempio, se si è trattato di una frattura scomposta "articolare", molto probabilmente lei ora si ritrova con un'artrosi radio-carpica post-traumatica (secondaria), fonte di notevole dolore e limitazione funzionale.

Esistono interventi per questo genere di problema.

Centri specializzati ne esistono molteplici (ordinati per Regione):

http://www.sicm.it/it/chirurghi-e-professionisti/centri/elenco-centri-mano-italia.html

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Grazie caro dottore per la preziosa risposta.
Vedrò come si evolverà il quadro clinico e poi eventualmente
farò un consulto per fare una valutazione della mia situazione .
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.