Utente 385XXX
Buongiorno,
circa 1 mese fa mi sono sottoposto ad un intervento per varicocele bilaterale di lieve entità (suggerito a causa di esami del liquido seminale non ottimali).
L'intervento è stato eseguito in videolaparoscopia con tecnica di Ivanissevich.

A distanza di una settimana di completo riposo, avvertivo un lieve senso di pesantezza e dolore (molto lieve) al testicolo sx; durante la visita di controllo il chirurgo mi ha suggerito una terapia di Flaminase compresse per 10gg (2 compresse al giorno ogni 8 ore).

Onestamente non ricordo se ci sono stati miglioramenti durante quel periodo perchè ero a riposo.

Ad ogni modo, a distanza di 1 mese circa, svolgendo le normali attività quotidiane, senza alcuno sforzo, avverto una sensazione di un fastidio al testicolo sinistro quando cammino, quando mi siedo, ecc. (come se fosse più sensibile del comune).
Ho deciso di approfondire eseguendo un'ecografia dell'addome completa ed una testicolare.
Il varicocele non è più presente, e tutti gli organi sono nella norma.

A questo punto vorrei capire se può essere considerata normale una situazione di questo tipo o sarebbe il caso di analizzare altre cause che non possono essere visibili con gli esami già eseguiti.

Grazie mille e complimenti per il lavoro svolto tramite questo portale.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
sempre meglio un ecodoppler con studio arterioso che una ecografia pura e semplice.. Detto questo qualche fastidietto è da mettere in conto per qualche mese fino a chiusura completa con coaguli delle vene operate. Utile consulto col collega operatore.
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gent.mo Dr. Cavallini,
la ringrazio per l'utile suggerimento.
Secondo la sua esperienza, mi converrebbe effettuare subito questo ulteriore esame o conviene attendere perchè l'intervento è stato eseguito meno di un mese fa?
Nel secondo caso, quanto altro tempo dovrei attendere?

So che solo uno specialista può darmi maggiori informazioni, però ho notato che la medicina non è una scienza esatta, per cui il parere di più esperti può contribuire a prendere le decisioni più adatte.
Nel mio caso ad esempio, a distanza di una settimana dall'intervento, durante la prima visita di controllo uno degli specialisti della clinica mi ha detto che tutto era regolare (anche se avevo segnalato questi doloretti).
Sempre nella stessa clinica, esattamente il giorno successivo, il chirurgo che mi ha operato mi ha suggerito la terapia con Flaminase.
Questo mi ha lasciato perplesso e mi ha ulteriormente spinto a scrivere su questo sito, dove è possibile avere il parere di diversi specialisti.

Nuovamente grazie per il suo prezioso contributo.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Un po di flaminase non si nega a nessuno, che non darlo più o meno siamo lì. Aspetti allore un tre mesi prima di farsi vedere