Utente 822XXX
buongiorno mi chiamo vincenzo giorno 11 maggio ho avuto un incidente in moto da cross cadendo per terra mi sono procurato frattura scafoide e radio distale con lussazzione dopo un primo intervento non chirurgico di riduzione lussazione ho tenuto il gesso per quasi 3 mesi, adesso dopo un mese e mezzo senza gesso e dopo aver fatto 10 sedute di magnetoterapia e 10 di fisioterapia pr5 ho ancora problemi ha estendere la mano(riesco a pigarla solo un po' verso il basso) e non riesco a stringere il pugno forte come nella sinistra.
All'inizio mi hanno detto che non era possibile operare perche' i frammenti erano rotti troppo piccoli.
il 28 agosto ho fatto un controllo radiografico al P.S. dell'osped. galeazzi di milano con il seguente referto:

referto di radiologia: "RX POLSO DXPseudoartrosi dello scafoide carpale in esiti di di pregressa frattura non consolidata.
Irregolarità morfostrutturale del tratto metafisario distale del radio in esiti di pregressa frattura consolidata.
Tendenza alla rotazione dorsale del semilunare (D.I.S.I.).
Diffusa porosi da inattività."

esame clinico: estende 5°, flette 40°,
inclinazione ulnare 15°, radiale 0°, supinazione deficit 10°, pronazione conservata. cute integra. alle rx odierne non consolidazione della frattura

cosigli terapeutici: onde d'urto e fkt
a voce mi hanno detto che le strade da seguire sono due o continuare con fisioterapia e onde d'urto o operazione, che non c'e' una scelta precisa da fare dicendomi che devo essere io a decidere, appunto per questo scrivo qui per avere un consulto da parte vostra io non sono ne medico ne un esperto non posso decidere io il dafarsi.
poi volevo anche chiedere ho letto su un altro consulto che le honde d'urto non sono consigliate per lo scafoide visto la scarsa vascolizazione che c'e' a meno che si faccia una RM dettagliata prima.
io per adesso sto soltanto continuando fisioterapia insieme alla tens con scarsissimi quasi nulli risultati, cosa mi consigliate riguardo al preseguo della mia cura operazione o continuare fisio grazie tantissimo vincenzo
radiografia 5 giorni dopo l'incidente:
http://img376.imageshack.us/img376/3996/dsc00121ritaglio2fe3.jpg
mia email crf250r@email.it

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Signor Vincenzo,
sicuramente la sua radiografia non è incoraggiante... ma la decisione se eseguire o meno un intervento spetta solo a lei.
Dipende essenzialmente dal fastidio che lei ha e da quanto è soddisfatto in questa situazione.
Per definizione si parla di pseudoartrosi solo se una frattura non è guarita a distanza di 6 mesi dal trauma, per cui nel suo caso si parla di ritardo di consolidazione.
Lo scafoide comunque è un osso balordo (mi passi il termine) in quanto ha una vascolarizzazione particolare.
Il tipo di intervento più indicato nella sua condizione è la stabilizzazione tramite vite + innesto osseo. Inoltre bisogna stabilizzare il semilunare che tende a lussarsi dando uno squilibrio alla biomeccanica del polso.
Consideri che comunque intervento vuol dire ulteriore immobilizzazione con tutto quello che ne deriva.

In alternativa può continuare con la riabilitazione cercando di guadagnare quanti più gradi possibili.

La decisione però deve essere solo suo.

Sperando di esserle stato utile, cordialmente
[#2] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
grazie mille per la rsposta io per adesso sto iniziando un altro lotto da 10 di fisioterapia e tens quindi che mi consigniate di accoppiare con la fisio la magneto o onde d'urto ?
riesco a trovare un centro in cui fanno le onde d'urto specifiche per lo scafoide?
e' vero che se lascio tutto come' a distanda di anni si puo' creare una pseudoartrosi perche' le ossa non si consolidano mai completamente?
grazie ancora vincenzo
[#3] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Personalmente non amo molto le onde d'urto, a queste preferisco la magneto terapia nel ritardo di consolidazione di scafoide.
Si, la pseudoartrosi è una possibilità.
[#4] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
ringranziando sempre per le sue gentilissime risposte le allego le ultime radiografie fatte al galeazzi il 28 agosto 2008. anche un altro ragazzo, che e' stato operato, mi ha consigliato il CTO di torino dove gli hanno fatto tutto perfetto.
referto di radiologia:
"RX POLSO DXPseudoartrosi dello scafoide carpale in
esiti di di pregressa frattura non consolidata.
Irregolarità morfostrutturale del tratto metafisario distale del radio in
esiti di pregressa frattura consolidata.
Tendenza alla rotazione dorsale del semilunare (D.I.S.I.).
Diffusa porosi da inattività."

http://img93.imageshack.us/img93/881/dsc00407rid1uw4.jpg
http://img221.imageshack.us/img221/1194/profilo4pt2.jpg
[#5] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Beh... non credo che il Galeazzi sia da meno... purtroppo molto spesso le patologie evolgono a prescindere dalla bravura dell'operatore.
[#6] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
salve questa mattina ho fatto una visita specialistica ortopedica qui a palermo il dottore che mi ha visitato mi ha detto che anche se la frattura scafoide non e' consolidata di continuare per altri 2 mesi con fisioterapia e magneto perche' non e' ancora in pseudoartrosi, poi i primi di dicembre si fa una nuova radiografia e si valutera' una eventuale operazione.... La fisioterapia mi ha detto serve soprattutto per riprendere per quanto possibile l'estensione e i movimenti del polso che per adesso sono molto limitati ad estendere solo 5 ° cioe' quasi niente booooo io ero intenzionato a fare l'operazione al piu' presto per la paura di non poter riprendere piu' gradi, continuando con la fisio e magneto credo che non risolvo un gran che, quando cerco di forzare in estenzione mi fa' male sopra il polso, dove mi e' rimasta una gobba irregolare, e quando forzo a flettere mi fa male lo scafoide dove la frattura e' bella aperta.
sono rimasto deluso credevo che ci fosse la possibilita' di operare al piu' presto per risolvere il tutto prima, invece a quanto mi dice questo dottore non e' possibile, a sapere che mi diceva di continuare la fisioterapia non andavo neanche a spendere i soldi della visita.
si accettano idee e consigli io per adesso sono rassegnato ciao grazie mille vincenzo
http://img75.imageshack.us/img75/8370/dsc00407rid1ht0.jpg
http://img221.imageshack.us/img221/1194/profilo4pt2.jpg
[#7] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Signor Vincenzo,
a mio parere questa frattura di scafoide necessita di trattamento chirurgico.
[#8] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
salve sono vincenzo a distanza di 8 mesi, dall'infortunio, non mi sono ancora operato, ho seguito i consigli dell'ortopedico e ho fatto tantissima fisioterapia accompagnata da palestra e nuoto, adesso mi trovo sempre limitato nei movimenti, riesco a piegare sufficientemente in basso ma non riesco a estendere per + di 5-10 gradi verso l'alto, cioe' pochissimo, e in piu' non riesco a stringere forte come nella sinistra, ora sono piu' confuso di prima se fare o no sto benedetto intervento, in altri forum ho letto di situazioni peggiorate con l'operazione, a me non da tantissimo fastidio ma se cerco di forzare un po' il movimento e anche a stringere + forte mi fa abbastanza male, c'e' rischio che peggiori il tutto nel mio stato andando in necrosi o con il tempo puo' migliorare un po' il tutto?
ringrazio sempre tantissimo per la consulenza gratuita
[#9] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
A distanza di 6 mesi dalla frattura non si parla di ritardo di consolidazione ma di pseudoartrosi. In questo caso non vi sono più possibilità di guarigione neanche sintetizzando con una vite, ma bisogna eseguire un intervento di innesto osseo.
Per sapere come può evolvere la sua frattura sarebbe opportuno eseguire comunque una RMN: quest'esame consente di valutare la "salute" dell'osso.
Rimango del parere che una frattura come la sua necessita di intervento chirurgico
[#10] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
ciao ho ritirato oggi le radiografie di 3 giorni fa', risulta ancora la frattura scafoide non consolidata come si evince dalle RX.
mi sono messo in contatto per una visita specialistica con il dott. Franchini a Milano indicatomi dal dott. Claudio Costa dal sito clinica mobile, io sinceramente non conosco questo dottore ma visto che lui e'il referente del dott. Costa mi posso fidare credo!

http://img242.imageshack.us/img242/8896/immagine123grandecp0.jpg
http://img502.imageshack.us/img502/3635/immagine120grandeif1.jpg
[#11] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Pur non conoscendolo credo che il collega abbia i mezzi (propri se fa chirurgia della mano oppure non propri se la indirizzerà verso la persona adatta) per poterla aiutare.
La sclerosi che si nota della porzione prossimale dello scafoide non è un buon segno, per cui affretterei i tempi. La sclerosi (in Rx la parte prossimale dello scafoide appare più bianca rispetto alla resto della mano) è indice di una sofferenza vascolare.
Rimango dell'idea che una RMN sarebbe indicata.
[#12] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
salve, dopo tante visite specialistiche e mesi passati in attesa che migliorasse inutilmente la situazione, sono in lista operatoria dal Prof. Grandis dell'osp. Galeazzi, ho gia' fatto la risonaza mag. e visita da lui un mese fa' mi ha detto come anche mi avete detto voi che se voglio migliorare le mie condizioni di estensione e forza sulla mano si deve intervenire o con innesto osseo o mettendo una protesi al posto dello scafoide rotto che sembra dalle radiografie (morto), quindi senza pensarci neanche un secondo ho deciso di operarmi non si sa ancora in che modo decidera' il chirurgo al momento, venerdì ho fatto gli esami pre ricovero adesso aspetto la chiamata dell'ospedale non si sa quando al max 45 g.ni, lunica mia perplessita' e se il prelievo d'innesto osseo dall'ala iliaca prevede 90 giorni d'ingessatura come ho sentito dire, mentre per la protesi molto meno ma credo che entri anche un discorso di possibile rigetto da parte della protesi non so vorrei appunto che mi chiariste le idee dei pro e contro di questi due tipi di interventi grazie e speriamo bene
[#13] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non credo che si debba aggiungere altro a quanto da lei supposto.
Come giustamente dice in caso di intervento con innesto vi è la necessità di un periodo di immobilizzazione di circa 90 gg. Meno sicuramente per l'innesto di una protesi. Tuttavia la protesi si associa ad un maggior rischio di rigetto.
Purtroppo sia nell'una che nell'altra tecnica vi sono i pro ed i contro.
[#14] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
salve ho gia fatto il prericovero il 20 marzo quindi a distanza di qualche settimana dovrebbero chiamarmi, adesso parlando con un mio amico che e' stato operato proprio allo scafoide mi ha consigliato di evitare assolutamente la protesi, visto che va bene solo per una piccola percentuale di persone giovanissime, di farmi fare invece l'innesto osseo prelevato dal radio visto che quell'osso lì e piu' propenso a saldarsi ed evitare quindi due anestesia diverse.
voi cosa mi suggerite di fare a sto punto?
io ho 35 anni e sono passati 10 mesi dall'incidente grazie saluto vincenzo
[#15] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Le protesi hanno delle indicazioni ben particolari e non sono scevre di complicanze (mobilizzazioni).
Sicuramente l'innesto, dove possibile, è da preferire.
In genere comunque la scelta viene fatta insieme al chirurgo che la opera.

[#16] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
salve, matedì 5 maggio mi hanno messo una protesi APSI di scafoide al posto delle ossa dello scafoide andate necrotiche e furi sede, non ho sentito nulla(tranne i rumori dei colpi di mazzetta e trapano) ne durante ne dopo l'anestesia sembra quasi che non mi abbiano fatto niente boooo, speriamo bene, il prof. grandis alla fine mi ha detto che hanno provato durante l'intervento a flettere ed estendere e la mano aveva il giusto range, bisogna vedere se con la fisioterapia riprendo un po di gradi rispetti hai 5° di estenzione che avevo prima, volevo chiedervi, visto che mi hanno dimesso dopo 12 ore dal ricovero e mi son dimenticato a dirgli e visto che per il primo controllo non vado in un'altro ospedale per via della distanza, per quando dovrei togliere i punti e qunando iniziare la fisioterapia? per adesso ho una stecca bendata per quando potrei fare un minimo di movimenti della mano?
grazie e speriamo bene
[#17] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
salve ho ritirato oggi la lastra, da quello che vedo non cambia nulla tranne il prossimale dello scafoide ho sempre quell' osso, che non so se del carpo o di che sia, chi mi blocca l'estensione, per me andrebbe di nuovo operata smussando un po' quell'ossicino fuori sede che blocca tutto booo, per adesso che tipo di esercizi riabilitativi posso fare per cercare di riprendere un po' i gradi?
per adesso a distanza di un mese dall'intervento sono a 0° di estensione e 30 di flessione, prima di operarmi ne avevo un po' di piu'.
vi ringrazio se vorrete cortesemente rispondermi vmorreale@email.it

http://img38.imageshack.us/img38/1100/dscn0446.jpg
[#18] dopo  
Dr. Francesco Negro
24% attività
4% attualità
8% socialità
BRA (CN)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
gentile signore, cerchi di essere meno"chirurgo della mano" e piu' Paziente.a un mese dall intervento non penso possa avere una motilita' ottima. la protesi e' perfettamente in sede quindi il recupero' sara' ottimale. mi saluti carlo grandis, mio maestro e ottimo chirurgo della mano, e mi permetto, segua di piu' e con piu' fiducia le sue indicazioni. cordialita'
francesco negro
[#19] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
salve, io ho piena fiducia sul prof. Grandis non per niente sono andato da lui per operarmi, la protesi e' perfettamente inserita dal dott. Berzero che mi ha operato, l'unica mia perplessita' e', come detto anche dal dott. Milano, quel semilunare fuori sede che tende a lussarsi che blocca l'estensione, anche il medico fisiatra che mi ha visitato mi ha detto che con quell'osso fuori sede c'e' poco da fare con la fisio, si vede sia nelle RX che anche ad occhio un gran bozzo in mezzo l'articolazione che anche facendo tutta la fisioterapia del mondo se prendo 5° di estensione e gia' tanto, io pensavo che con l'intervento che un po' di gradi li avrei presi ma per adesso sono tornato indietro a quando ho tolto il primo gesso, che mi consigliate di fare dopo aver finito 2-3 cicli da 10 di fkt un'alto intervento per stabilizzare il semilunare o lasciare tutto così come'?
[#20] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente, non credo che nessuno di noi possa risponderle in maniera soddisfacente alle sue domande se non chi l'ha operata...
sicuramente è ancora presto per fare bilanci definitivi, per cui si armi di buona pazienza e segua alla lettera le indicazioni di chi l'ha operata.
Cordialmente
[#21] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
sono disperato, oggi 2 mesi dopo l'intervento e un mese di fiosioterapia accompagnata da nuoto e movimenti vari, non riesco ancora a estendere per piu' di 5°, le condizioni adesso sono rimaste uguali a prima ed e' anche un po' diminuita la forza i il range articolare. io mi ero operato nella speranza che migliorava un po' tutto il movinmento ma così non e' stato, c'e' sempre quel semilunare fuor i sede che blocca l'estensione del polso. io sono disposto a rioperarmi anche subito nella speranza di migliorare un po la situazione, ho 35 anni e oltre la moto ho anche un lavoro da portare avanti.
rx prima e dopo l'intervento.

http://img75.imageshack.us/img75/8370/dsc00407rid1ht0.jpg
http://img221.imageshack.us/img221/1194/profilo4pt2.jpg
http://img38.imageshack.us/img38/1100/dscn0446.jpg
http://img242.imageshack.us/img242/8896/immagine123grandecp0.jpg
http://img502.imageshack.us/img502/3635/immagine120grandeif1.jpg

vi ringrazio per qualsiasi suggerimento vogliate indicarmi
[#22] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Purtroppo in questo sito non avendo la possibilità di visitarla possiamo solo dare delle indicazioni del tutto generiche.
Vedendo le radiografie che ha postato non riesco sinceramente a notare la lussazione del semilunare che impedirebbe l'estensione.
Due mesi dall'intervento è un tempo decisamente breve per avere dei risultati.
Le consiglio comunque di informare i colleghi che l'hanno operata dei suoi dubbi.
Le ricordo che il recupero della motilità dipende sempre da 3 fattori:
1) capacità del paziente al recupero
2) intervento chirurgico
3) fisioterapia adeguata.
E anche quando questi 3 fattori sono realizzati al massimo il recupero totale avviene solo nell' 1% dei casi, perchè, come diceva un mio maestro, per quanto bravo possa esser il sarto il vestito strappato non sarà mai nuovo.

Cordialmente
[#23] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
capisco benissimo che senza una visita non si puo' fare una diagnosi ne una prognosi, e gia' tanto che mi date queste indicazione che per me sono validissime, io non essendo medico vedo solo le condizioni di prima e di adesso che sono rimaste uguale(riesco ad estendere 0° adesso e flettere 40) e anche le RX sono quasi identiche anzi mi sa che dopo le martellate che hanno dato per estrarre il prossimale dello scafoide dalla parte palmare o volare, non so come si chiama, quest'ossicino sia ancor + vicino al radio, e' un mia sensazione anche guardando quel bozzo osseo, di un centimetro di petuberanza sopra la linea del radio, che si e' ingrossato ancora di + nel dorso in mezzo l'articolazione, io non mi sento problemi di protesi e legamneti ma solo di quest'osso che crea il blocco. voi che ne pensansate? e' normale che quell'osso sia posizionato lì?
http://img10.imageshack.us/img10/4159/prof6f.jpg

io non volglio assolutamente un recupero totale, ma per lo meno un minimo di estensione che per adesso sono a 0 gradi
[#24] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
salve a distanza di un anno e mezzo dall'incidente e 6 mesi dall'operazione le condizioni di estensione e flessione sono rimaste queste, adesso non so che fare se continuare così o un eventuale intervento
http://img683.imageshack.us/img683/6679/dscn0869.jpg
http://img519.imageshack.us/img519/3290/dscn0870.jpg
http://img519.imageshack.us/img519/9202/dscn0871.jpg
http://img38.imageshack.us/img38/1100/dscn0446.jpg
[#26] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
[#27] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
mi sembra che l'unico limite sia l'estensione, mentre la flessione è più che soddisfacente.
Personalmente fosse il mio polso continuerei così.

Ricambio gli auguri
[#28] dopo  
Utente 822XXX

Iscritto dal 2008
salve, a causa di una caduta e conseguente frattura composta falange IV e V dito della stessa mano operata 6 anni fa' allo scafoide con protesi APSI all'ospedale Galeazzi, posto le radiografie di adesso in cui il referto del dottore dice :
http://i58.tinypic.com/2mzm5p5.jpg
queste sono le lastre:
http://i62.tinypic.com/2d9e2k1.jpg
http://i58.tinypic.com/2afedm0.jpg

questa e la lastra di 6 anni giugno 2009
http://i58.tinypic.com/207qoms.jpg

come vi sembra la situazione grazie mille