Utente 731XXX
Salute a tutti,

dopo aver scoperto di avere degli auto anticorpi anti muscolo liscio ho parlato con vari medici di base, specialisti e anche un esperto di esami di laboratorio. Essenzialmente ho ricevuto risposte molto diverse: si va dal non fare niente a fare 2 mesi di medicinali abbastanza pesanti (così mi hanno detto).

Prima di decidere a chi credere... e quindi se fare una qualunque terapia, vorrei avere un parere su quali ESAMI SCIENTIFICI si possono fare per investigare la cosa.

Io ho preso appunti durante le varie visite e a grandi linee ho segnato il nome di alcuni esami del sangue, ma vorrei un parere di un medico competente su questo problema per capire cosa prevede il protocollo ufficiale in medicina.

Questi sono gli appunti (attenzione, potrei aver scritto le stesse cose più volte o aver sbagliato la dicitura):
anti-nucleo (ANA)
anti-muscolo liscio (ASMA)
anti-antigene solubile del fegato (SLA)
anti-mitocondrio M2
anti-microsomi fegato/rene 1 (LKM1)
ab circolanti anti-mitocondriali (AMA)
ab diretti contro fegato e pancreas (anti-LP)
anti asialoglicoproteine (anti-ASGPR)
anti citosol epatico di tipo 1 (anti-LC1)
ab citoplasmatici antineutrofili perinucleari (pANCA)
anti-actina
anti-LKM2 e anti-LKM3


Cosa prevede il protocollo ufficiale?

Grazie per l'aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Che io sappia non esiste nessun "protocollo ufficiale" per approfondire un antimuscolo liscio, altrimenti tutti gli specialisti consultati avrebbero snocciolato il medesimo protocollo. Si procede secondo esperienza, preferenze e disponibilita' locale di esami.


Comunque la prima regola e': se il muscolo liscio e' ad alto titolo riguarda il fegato, se il titolo e' basso e' tendenzialmente aspecifico (infezioni, infiammazioni intestinali).

Alcuni esami di quelli che le hanno nominato sono "pesanti" e accettati da tutti, altri hanno un valore diagnostico meno consolidato.

Es. gli anti mitocondrio indicano un coinvolgimento delle vie biliari, con rischio di cirrosi biliare, mentre gli LKM indicano che la epatopatia e' piu' direttamente causata da autoanticorpi.

Per gli altri antigeni epatici (le varianti del mitrocondrio e dell' LKM, LC e SLA) il valore diagnostico e' di tipo complementare. Altri esami (ANA e ANCA) non c'entrano molto, altri ancora non li conosco (asialoglicoproteina, anti fegato-pancreas).



[#2] dopo  


dal 2011

Perfetto, grazie. Ne riparlo col medico di base e vedo anche quali sono gli esami del sangue che ho già fatto, poi le faccio sapere.
[#3] dopo  


dal 2011

Ho fatto (quasi) tutti gli esami del sangue della suddetta lista. L'unico risultato anormale sono gli ab ASMA positivi con titolo 1:80.

In seguito ad ulteriori accertamenti sembra che il tutto sia causato da una infezione parassitaria (fasciola hepatica).

Secondo lei, la presenza del parassita spiega la presenza di anticorpi ASMA?

Grazie per l'aiuto.

[#4] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Secondo me si'. La fasciola, parassita raro, e fra parentesi mi piacerebbe capire dove e come l'ha presa, colonizza le vie biliari. Gli ASMA, marcatore anch'esso epatico, a basso titolo si associano (mi cito) a "infezioni e infiammazioni intestinali".

ASMA e fasciola "vanno nella stessa direzione", e pur essendo una associazione necessariamente aneddotica, io non insisterei a cercare altre cause per spiegare gli ASMA, la fasciola mi basta.

La ringrazio per l'inatteso follow-up.



[#5] dopo  


dal 2011

Piacerebbe anche a me sapere come l'ho preso...

L'unica cosa che posso dire è che sono ghiotto di verdura cruda, ma l'assicuro che la lavo sempre accuratamente!

Sapendo in che periodo ho iniziato a stare male, inverno, posso solo immaginare di aver mangiato dell'insalata proveniente da qualche paese straniero e che evidentemente non ho lavato abbastanza bene.