Utente 332XXX
Gentili dottori, sono un ragazzo in procinto di avere il suo primo rapporto sessuale.
Il mio glande presenta sulla corona quelle che su internet ho visto essere "papule perlacee peniane", condizione assolutamente normale e diffusa tra gli uomini. Ma la mia domanda è un'altra: a glande scoperto, dove finisce il frenulo sul prepuzio (quindi sotto la "base" del frenulo stesso sul prepuzio), ai lati destro e sinistro, presento dei puntini color carne. Io sono (quasi) sicuro di averli sempre avuti, dico quasi perché il dubbio su cosa fossero mi è venuto solo ultimamente perché voglio avere il mio primo rapporto, e fino a questo momento non ci avevo mai fatto troppo caso, considerandoli una cosa normale alla pari delle papule perlacee peniane. Sono dei puntini di un colore che non so bene definire: tra il bianco e il color carne (più color carne che bianco), e si notano se "stiro" la pelle. Sono assolutamente asintomatici, non creano nessun fastidio. Come ho detto, non ci avevo mai fatto troppo caso... Ora è da qualche giorno che li osservo più attentamente, ma a me sembrano sempre esattamente uguali. Sono numerosi, piccoli e raggruppati, praticamente quasi tutti vicinissimi e attaccati tra loro, sia al lato destro che sinistro, e da lì corrono lungo la circonferenza del pene, diventando però sempre più radi. Cosa possono essere? So che quasi sicuramente mi direte di fare una visita, che fare diagnosi così su internet è impossibile, lo so anche io dato che sono maggiorenne e non ho mai fatto una visita dall'andrologo, ma cerco più che altro una rassicurazione. Voglio avere il mio primo rapporto, chiaramente protetto, e non voglio che sia niente di trasmissibile. Aggiungo che fino all'età di 11/12/13 anni (non ricordo di preciso) ho avuto una fimosi: non riuscivo a scoprire il glande. Poi piano piano ha acquistato elasticità e ora riesco a scoprirlo sia in erezione che non, anche se penso di avere un prepuzio "abbondante" (mi sembra di avere molta pelle lì) e di avere un frenulo leggermente corto, che comunque non mi crea fastidi.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore, la sua situazione credo sia del tutto fisiologica cioè nella norma, un' ipertrofia delle papule, non ha avuto rapporti quindi nessun rischio di malattie sessualmente trasmesse.
Cordiali saluti.