Utente 386XXX
Salve dottori,

volevo chiedere un parere circa il mio problema.

Dopo molti anni in cura dal neurologo a causa di ripetuti mal di testa, di intensità modesta ma molto frequenti, mi è stata chiesta di eseguire una RMN del cervello e tronco encefalico,che ha riscontrato alcune piccole focalità iperintense nelle regioni peritrigonali e sub-corticale di verosimile significato glio-vascolare.

Dopo aver eseguito:
- visita cardiologica
- ecocolordoppler dei tronchi sovraortici: nella norma
- doppler transcranico: test basale negativo, positivo per DX-SN severo
Mi è stato diagnosticato la pervietà del forame.

Il medico del doppler transcranico, dopo essersi assicurato che non ho avuto episodi gravi di mal di testa con aura, problemi di vista, arti addormentate o formicolii, ecc... mi ha detto che non è necessaria l'operazione.
Mentre 2 differenti cardiologi mi hanno consigliato l'operazione, visto che già dalla risonanza si riscontrano piccole focalità.

Che fare? Cosa mi consigliate?

Io ho molta paura dell'operazione, anche perché non vorrei eseguire ecocardiogramma transesofageo (ho anche la glottide stretta).

Ho letto che, durante l'intervento, c'è la possibilità di eseguire solo l'ecocardiogramma intracardiaco (invece del transesofageo), per riscontrare la grandezza del "foro", oppure eseguire l'anestesia totale, invece della locale (così non sentirei nulla).

Potete indicarmi qualche centro, magari nella provincia di Foggia, o Bari o Campobasso, dove è possibile eseguire l'operazione con eco intracardiaco oppure anestesia totale?

Ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Puo' eseguire l'ecocardiogramma transesofageo in narcosi se proprio non tollerasse farlo da sveglia.
L'intervento, per il paziente, e' veramente banale ed indolore.
Spero che stia gia' assumendo un antiaggregante tipo Aspirina in attesa dell'intervento.
Ovviamente, come le avranno detto, eviti di andare sott'acqua in apnea e cerchi di fare in modo di evacuare l'intestino regolarmente senza sforzi (se avesse problemi di stitchezza usi lassativi e beva molta acqua al fine di evitare sforzi durante la defecazione)

per cio' che concerne il centro, sono certo che a Bari vi sia una struttura pubblica all'altezza del suo problema

arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la celere risposta.

In merito all'aspirina, mi è stata prescritta solo dopo visita dal secondo cardiologo (martedì scorso), ma siccome presento un ritardo col ciclo mestruale, volevo prima eseguire una visita ginecologica, prima di prendere un qualche medicinale.

A proposito di questo, che controindicazioni ha l'assunzione della Cardiospirin 100 mg?
Io prendo spesso una compressa la sera a base di melatonina e valeriana, per favorire il sonno. E' possibile continuare ad assumerla lo stesso, anche se si prende l'anticoagulante a pranzo?

E in caso di dolori, è possibile prendere antinfiammatori/antidolorifici tipo:
- Aspirina dolore ed infiammazione
- enantyum
- brufen
- oki task
- Nimesulide
- ecc...

Oppure è necessario sospendere per un giorno l'assunzione della Cardiospirin in caso di uso di antidolorifici?

Ultimo dubbio che mi sovviene è se in caso di gravidanza, ci potessero essere problemi legati al PFO.

Ringrazio nuovamente.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
la cardioaspirina NON ha alcuna influenza sul ciclo mestruale e NON è un anticoagulante
può assumere antidolorifici tranquillamente
una persona come lei e con una RM come la sua avrebbe già dovuta assumerla da tempo
arrivederci
[#4] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio dottore.

La prenderò il prima possibile, in attesa dell'intervento.

Arrivederci
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
basta che vada in farmacia oggi stesso
informo
il suo medico ovviamente
arrivederci
[#6] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Mi scusi dottore, dimenticavo una cosa: ho letto un'articolo su internet che diceva che l'ombrellino impiantato solitamente per chiudere il forame è fatto di nichel.

Io riscontro un'intolleranza al nichel, sia dermatologica che alimentare.

Può essere un problema questo? E nel caso esistono "ombrellini" di materiale alternativo?
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
nessun problema signora
ne parli con il Colllega che le applicherà l ombrellino
vada tranquilla e lo faccia prima
possibile
arrivederxi
[#8] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Grazie nuovamente e arrivederci anche a lei.