Utente 386XXX
Circa tre mesi fa stavo praticando ciclismo ( mountain bike) su una strada di montagna ( premetto che lo pratico da 4 anni e lo accompagno a preparazione atletica in palestra nei periodi invernali). Sotto sforzo intenso sento una fortissima fitta retrosternale ( simile a un pugnalata, un dolore improvviso fortissimo)e subito dopo ( forse per lo spavento) una fortissima pressione sul torace, come un dolore oppressivo sulla parte sn e un brivido lungo la schiena fortissimo. Mi reco immediatamente al pronto soccorso : dopo aver effettuato esami del sangue vari ( tempo di tromboplastina, clearance, enzimi cardiaci, glucosio...) , tutti negativi, mi sottopongono a un ecg : ritmo sinusale normofrequente, non alterazioni del qrs, non aritmie, non alterazioni della ripolarizzazione. Obiettività cardiopolmonare nella norma, in ecoscopia: normale cinetica biventricolare, radice aortica nei limiti. PAO : 125 75. Rx torace: nella norma. / Successivamente vengo sottoposto ad altre analisi del sangue dal mio medico e ad un test da sforzo che non rileva nulla ( ARITMIE ASSENTI , SOVRASLIVELLAMENTO ASSENTE, SOTTOSLIVELLAMENTO ASSENTE, RECUPERO REGOLARE fc max: 197, PAO max :200 100).... Io non sono convinto della diagnosi , anche perchè noto che le mie urine sono molto schiumose , può esserci correlazione? Grazie mille . NB . mi trovavo in un periodo di forte stress e insonnia. L'attività che svolgo è semi agonistica e la schiuma compare per lo più sotto sforzo....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
premesso che l'attività che svolge non fa bene ai cuori più sani, che cosa possiamo dirle noi per via Telematica?

Riporta un dolore retrosternale durante una "prova da sforzo" in Mountain Bike e la negatività di tutti gli accertamenti fatti dopo sia in PS che su iniziativa del curante.

Le urine schiumose possono non significare nulla o possono essere il segno clinico di una sindrome nefrosica: si consulti con il suo curante per le analisi del caso. Valuti con lui anche la possibilità della presenza di una MRGE con una EGDS.

Se non si fida dei risultati delle indagini effettuate le ripeta aggiungendo un Holter ECG/24h.

Di più per via telematica non è dato di fare.
cordialità.
[#2] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio vivamente per la tempestività della risposta. Effettivamente l'attività fisica a questi livelli fa molto male all'organismo, tanto che ho deciso di moderarla e praticarla ai soli fini salutistici e non competitivi. Per quanto riguarda il MRGE è stato preso in considerazione dal mio medico , le farò sapere l'esito dell'esame. La ringrazio ancora .