Utente 386XXX
Buongiorno a tutti,

Ho 62 anni, peso 98 kg e sono alto 170 cm.
Soffro di cardiopatia ischemica cronica (PTCA+STENT nel 2010) e assumo la seguente terapia medica:

Ore 8:00 Congescor 2,5 + Corlentor 5
Ore 9:00 Enapren 20
Dopo pranzo: Duoplavin
Ore: 20:00 Congescor 2,5 + Corlentor 5
Ore 21:00 Torvast 20
Ore 22:00 Pantor 20

Inoltre, a causa di glaucoma cronico in stato terminale assumo 1 goccia di Dorlede (20 mg di dorzolamide (come cloridrato) e 5 mg di timololo (come maleato)).

Da circa due settimane ho sospeso l'assunzione di Eskim 1000 perché mi disgusta come farmaco e lo considero non molto importante. Sbaglio?

A marzo di quest'anno, in seguito a positiva in TOMOSCINTIGRAFIA MIOCARDICA, mi sono sottoposto a coronarografia il cui risultato è il seguente:

Coronaria Sinistra:

Tronco Comune: corto, ateromasico, indenne da stenosi angiograficamente significative.
Arteria Discendente Anteriore: Vaso di buon calibro, ben sviluppato, diffusamente ateromasico, indenne da stenosi angiograficamente significative.
Ramo Circonflesso: Vaso di buon calibro, ben sviluppato, diffusamente ateromasico, indenne da stenosi angiograficamente significative.

Coronaria Destra:

Vaso di buon calibro, ben sviluppato, dominante per distribuzione anatomicamente, diffusamente ateromasico, indenne da stenosi angiograficamente significative. Pervio e normofunzionante lo stent precedentemente impiantato al tratto medio.

Diagnosi:

Pregressa PTCA: buon risultato.
Coronarie normali.

Conclusioni:

Coronarie diffusamente ateromasiche ed esenti da lesioni angiograficamente significative.
Pervio e normofunzionante lo stent precedentemente impiantato al tratto medio della coronaria dx.

Indirizzo terapeutico: Medica

L'elettrocardiogramma, praticato alla dimissione, presenta: ritmo sinusale a 64 bpm. Asse elettrico deviato a sinistra. BBdx completo.

Premesso che:

- Bevo frequentemente acqua per far fronte a questo forte caldo umido.
- Tendo a non uscire nelle ore più calde 12-15.
- Mi sento bene e non avverto alcun sintomo negativo
- Da marzo ad oggi sono dimagrito di 12 kg
- La mia alimentazione è basata prevalentemente su frutta, verdura, pesce e legumi.
- Faccio una vita sedentaria, in quanto invalido (glaucoma).
- Assumo spesso caffè.
- Fumo 10-15 sigarette al giorno (per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa).

Mio figlio, volendomi provare la pressione con un macchinario automatico, ha rivelato come valori pressori una media di 135/65 mmHg. La cosa che più mi meraviglia è la bassa frequenza cardiaca, con una media di 46 bpm.

Ritenete normale una simile frequenza cardiaca? Cosa mi consigliate?

Vi ringrazio molto e complimenti per il vostro servizio eccellente che quotidianamente offrite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Beh le,cose mimpare che vadano bene, se si eccettua il fatto che fumando il suo stent probabilmente si chiuderà così come la aterosclerosi coronarica che è descritta peggiorerà probabilmente causando altri episodi di ischemia miocardico, oppure ictus, oppure potrebbe sorgere un simpatico cancro al polmone.
Lei smette gli omega tre che sono fondamentali per una persona come lei e continua a fumare?
Cosa vuole che le dica? Che sta bene?
Io,le dico che è ad elevato rischio.
E lo,stesso le diranno i suoi cardiologi.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Caro Dott. Cecchini, Lei ha assolutamente ragione e so che questo riconoscimento non cambia lo stato attuale delle cose.

Le sue parole sono una bastonata in piena testa, ma funzionano benissimo, per cui La ringrazio per la schiettezza e per la Sua umanità.

Mio figlio, che da sempre si interessa alla mia terapia, accortosi che non assumevo più Eskim 1000 (mi ha detto che è utile per la pressione arteriosa, le aritmie maligne e l'assetto lipidico), lo ha subito reintegrato nella mia terapia.

Per quanto riguarda il fumo, sono in fase di diminuzione della "dose", perché un malato cronico come me dovrebbe evitare di rischiare la pelle per boccheggiare catrame, nicotina e monossido di carbonio.

I vizi sono peggio delle malattie (e spesso la causa di quest'ultime!).

Malgrado tutto ciò, Lei ritiene che non debba preoccuparmi di una FC così bassa (46 bpm rilevati nel pomeriggio)?

La ringrazio dal profondo del mio cuore,

Antonio
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sono, lei deve preoccuparsi del,cancro, del ictus e del infarto ed invece si preoccupa di cretinate.
Lei è malato,e,deve,farsi curare .
Non è obbligatorio , è solo una cosa intelligente.
Faccia come crede
Saluti