Utente 692XXX
Gentili dottori, sono qui' a farvi alcune domande sullo stato di salute di mio papa', che purtroppo e' deceduto in data 12/09.
In ospedale dopo i comuni accertamenti ematologici,i valori della cretina era di 5 - mentre l'azotemia era tra 230/250.Premetto che fino al 29/08 io mi trovavo in vacanza in Calabria, dove i miei genitori ci villeggiano per 4/5 mesi all'anno e ho potuto vedere e seguire i sintomi che accusava mio papa'.Per prima cosa lui accusava nausea e inappetenza, continuava a dirmi che si sentivail veleno in bocca e come della sabbia e da li' tramite il medico del paese, gli fecero far una duodenogastroscopia di controllo.Il referto parlava di gastrite cronica, ernia iatale e dopo biopsia il solito Helycobacter pylori poi curato con gli opportuni antibiotici.
Premetto che mio papa' era in cura dal 1996 per Morbo di Parkinson,seguito a Milano al reparto Ponti del Policlinico.
La cosa piu' assurda e' che dopo circa una settimana dall'inizio della terapia per la gastrite(casuale forse)lui incomincio' ad avere delle allucinazioni, vedeva gente in casa che voleva fargli del male.
Da li' mi misi subito in contatto con il Prof. Neurologo che lo aveva in cura tenendogli presente questi sintomi psicotici.Lui mi disse subito che ai pazienti in cura con levodopa e altri farmaci antagonisti della dopamina, potevano dare questi sintomi, quindi piano piano gli fece scalare la terapia,ma purtroppo i sintomi psicotici non cessavano per nulla.Io ve lo dico con tutta onesta', ho come un senso di colpa per non aver potuto fare nulla per aiutarlo,e quindi a breve mi arrivera' la copia della cartella con su tutti i referti ed esami del caso.
Al momento del ricovero presentava febbre alta tra 38.5 e 40° e la dottoressa che lo seguiva, mi disse che aveva una forma acuta di broncopolmonite e presentava una forte disidratazione...
So che e' molto difficile valutare questo tramite un pc, ma quello che mi preme sapere e' com'e' possibile avere una insufficienza renale in cosi' poco tempo e se si sarebbe potuto capire tramite dei segnali, che stava aggravandosi la sua situazione
Ora vi saluto e non appena avro' in mano la cartella clinica, vi faro' sapere con piu' esattezza la situazione di mio papa'
Grazie a voi tutti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marino Ganadu
24% attività
0% attualità
0% socialità
OZIERI (SS)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Stanchezza, nausea, inappetenza, cattivo sapore in bocca, sono sintomi generici ma sono anche tipici dell'insufficienza renale cronica. Se questi sintomi erano da tempo presenti, ben prima che facesse gli esami, e' altamente probabile che non si trattasse di un episodio di insufficienza renale acuta a se stante, ma, come spesso succede, di una fase acuta di una insufficienza renale cronica preesistente. E' altresi' probabile che i sintomi riconducibili ai farmaci potessero dipendere anche dal quadro di insufficienza renale che puo' contribuire ad alterare il metabolismo di alcuni farmaci e favorire la comparsa di effetti avversi.
Per avere conferma di quanto immagino, bisognerebbe verificare se fra gli esami eseguiti in passato c'era anche la creatininemia e quant'era quel valore. I segni e i sintomi della insufficienza renale cronica sono subdoli e non avvertiti dal paziente fino a quando non sia in fase avanzata. Solo eseguendo gli esami specifici, specie se c'erano i presupposti per eseguirli ( ad es. ipertensione di lunga data, diabete, etc.) si puo' diagnosticare una insufficienza renale dalle prime fasi.
L'episodio terminale e' stato poi un fatto infettivo che ha peggiorato un quadro, secondo me gia' presente, di insufficienza renale.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 692XXX

Iscritto dal 2008
Caro Dott. Ganadu, innanzitutto grazie per la sua cordiale risposta.
Da quanto ne so io, mio papa' si sottoponeva regolarmente ad esami ematologici e da quanto detto da mia mamma, gli ultimi esami del sangue effettuati in maggio non facevano presumere alcuna alterazione
metabolica e funzionale.Comunque cerchero' personalmente l'esito di quegli esami e le riferiro'.
Purtroppo al momento sto vivendo in uno stato di malessere e con un senso di colpa per non aver capito cosa stesse capitando a mio padre, soprattutto perche' siamo stati confusi e deviati dai suoi sintomi allucinatori improvvisi e quindi non facevano presumere un
problema organico cosi' importante.
Voglio andare fino in fondo per capire se potevo in qualche modo salvargli la vita magari facendolo ricoverare d'urgenza, ma anche suo cugino medico e il dott. del paese dove villeggiavano non si sono
espressi in merito lasciandolo mezzo agonizzante sul letto di casa come se fosse uno psicotico e questo mi manda fuori di testa.
La domanda che gli pongo e' se con dei valori di creatinina ed azotemia cosi' alti possono verificarsi stati di confusione mentale con allucinazione,oppure l'aterazione funzionale di qualche organo
possa scatenare questi sintomi.
So che non e' semplice capire tutto questo cosi' senza dei referti
scritti, ma mi perdoni se ho osato piu' di tanto, mio papa' mi manca molto ed era un esempio per me.
La saluto e la ringrazio,
A.C.


[#3] dopo  
Utente 692XXX

Iscritto dal 2008
Confermo l'esito degli esami del sangue effettuati da mio Papa' in maggio, nessun asterisco che indicasse valori fuori dalla norma.
A presto
[#4] dopo  
Dr. Marino Ganadu
24% attività
0% attualità
0% socialità
OZIERI (SS)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Se ha il dato della creatininemia, me lo indichi per cortesia. L'asterisco e' un comodo marcatore per una lettura rapida degli esami, ma questi vanno interpretati da un esperto. Il concetto di range di normalita' negli esami di laboratorio e' in po' piu' complesso di quanto si ritenga comunemente.

Le allucinazioni e la confusione mentale, non sono tipiche della insufficienza renale. Che peraltro non era neanche cosi' severa se il dato di 5 creatininemia e' stato confermato.
L'insufficienza epatica grave puo' invece dare disturbi di questo genere, se ritiene che questa informazione possa esserle utile.
Altrimenti i farmaci, oppure un processo cerebrale. Non so se quest'ultimo sia stato escluso, se abbia fatto una TAC dell'encefalo, sempre che chi l'ha visto abbia ritenuto utile farla.
[#5] dopo  
Utente 692XXX

Iscritto dal 2008
Ok dott. Ganadu, verifichero' di persona i valori da lei richiesti per quanto riguarda gli esami del sangue effettuati a maggio.

Inoltre sono in attesa di ricevere la cartella clinica di mio papa' da parte dell'ospedale in cui e' stato degente, comprensiva di tac dell'encefalo,ecografia addominale e duodenogastroscopia.
Inerente a cio' che mi diceva sull'insufficienza epatica, mia mamma diceva che gli usciva dalla bocca del liquido scuro con un odore allucinante...


Grazie ancora per la sua gentilezza e non appena ricevero' cartella ed esami le faro' sapere.
[#6] dopo  
Utente 692XXX

Iscritto dal 2008
Caro Dott. Ganadu,finalmente mi sono arrivati alcuni esami effettuati da mi Papa' in precedenza:
Al 28/05/2008 il valore della creatinina era 0,95 mgDl
pari a 84 UMOL/L
ESAME ECOGRAFICO: 14/08/2008
rilevante idroureteronefrosi bilaterala, apparentemente senza reperti ostruttivi
Colecisti con pareti ispessite (verosimilmente in rapporto a colecistosi?alitiosica
Rilevante meteorismo all'intestino
Fegato senza lesioni focali
Pancreas e milza nella norma
EAME DI ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA 07/08/2008
Esofago: ernia Jatale con esofagite lieve
Stomaco: mucosa marezzata, operemica, pliche ipertrofiche al corpo e fondo, con disegno conservato ma meno plastica alla pinza bioptica
alla parete posteriore tra corpo e fondo.Lago mucoso verdastro,piloro ben transitabile
DUODENO: bulbo indenne da lesioni acute.
La biopsia ha rilevato Helicobacter pylori

Conclusioni: gastrite cronica attiva - M.R.G.E.

Terapia:
Pariet cp 20 mg: 1 cm al mattino x 1 mese
Gaviscon advance sciroppo: 1 cucch. x 3 die dopo i pasti
Antibiotici 2 (non ricordo i nomi) per Helicobacter pylori

Questi sono gli esiti degli esami che mi hanno spedito dalla Calabria
Rimango in attesa di copia della cartella clinicadellaa sua degenza in ospedale, dopodiche' gli faro' sapere?
Lei legge qualche cosa di anomalo in cio' che le ho scritto, tanto da far sospettare la presenza di qualche malattia?
Attendo sua risposta,
Buona giornata
[#7] dopo  
Utente 692XXX

Iscritto dal 2008
Gentilmente qualche medico specialista in Nefrologia potrebbe rispondermi?E' importante per me.
Vi ringrazio anticipatamente
A.C.
[#8] dopo  
Dr. Marino Ganadu
24% attività
0% attualità
0% socialità
OZIERI (SS)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Certo che c'e' qualcosa di anomalo ! L'idroureteronefrosi descritta come rilevante richiedeva un approfondimento. Anche se la creatininemia era ancora normale. L'ecografista dice di non aver riscontrato ostruzioni ( se lei ha riportato testualmente il referto ) ma non vuol dire che tutto fosse a posto. Esiste anche la "vescica neurogena" ad esempio. Ovvero una condizione spesso associata a disturbi neurologici dove la vescica non si svuota e il paziente non ha la sensazione di averla piena. Questo e' un esempio in cui si puo' riscontrare idroureteronefrosi senza ostruzione apparente. Se la prostata era a posto, se gli ureteri non erano stenotici o compressi in qualche punto, se si escludevano neoformazioni vescicali, allora e' altamente probabile una vescica neurogena.
Resto in attesa di altri dati.
Cordiali saluti