Utente 234XXX
Ho ipertensione da almeno 15 anni, sono una donna di 63 anni, ho sempre fatto controlli transaminasi e clearance creatinina, fino al 2013 tutto a posto- Nel mese di giugno ho rifatto analisi per controllo e mi hanno dato valori superiori transamin GPT 39 GOT 33 - GAMMA GT 86
Clearance creatinina 53 .
Da diversi anni ho anche VES alta massima 87, recentemente luglio 2015 :77,
Prendo purtroppo molto spesso da 30 anni antiinfiammatori per cefalea. Il mio medico di base mi ha detto di ripetere analisi a meta' agosto, il che mi ha spaventato, anche perche' in quel periodo sto' in spagna.
Vorrei sapere se gentilmente mi potreste dare un vostro consulto, se mi devo allarmare o posso aspettare settembre per fare nuove analisi- Vi ringrazio anticipatamente, Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
mi meraviglio come il suo curante abbia ignorato una VES così alta per tanti anni senza cercare di capire la causa.

A meno che non l'abbia fatto e lei non lo riferisce.

Con una VES a luglio di 77 si scandalizza per un modestissimo movimento di transaminasi?

Valuti con lui il da farsi, ma per me ha aspettato tanti anni, può aspettare settembre per approfondire la sua situazione.

Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giulio Malmusi
24% attività
12% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Per cercare di capire se c'è un problema principale che poi causa gli altri a cascata, potrebbero servire una ecografia dell'addome ben fatta, i markers delle epatiti B e C e gli esami "immunologici" di base come proteina C reattiva, fattore reumatoide, complemento C3 e C4, e autoanticorpi ANA ed ENA. E poi... perchè ha sempre mal di testa ? che farmaci usa per la pressione? spesso un betabloccante classico tipo Atenololo è protettivo dal mal di testa.. E una VES sopra i 50 ? Sì, ci sono cose da chiarire, ma intanto vada in Spagna. se proprio ne avesse bisogno, là hanno un sistema sanitario buono !
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Sig.ra,
le ribadisco, nel suo esclusivo interesse, che prima di intraprendere qualsiasi SERIO percorso diagnostico, comprensivo di analisi ematochimiche e strumentali, lei deve fare il punto della situazione partendo dalla Clinica, che non è mai obsoleta e nei casi come i suoi è fondamentale per programmare in che direzione muoversi.

Snocciolare tutti gli esami che si potrebbero fare in una situazione come la sua, è una vacua ostentazione di sapere che, tanto più via web, serve a nulla.

In quanto alla terapia per l'ipertensione, che non dice se è sotto controllo oppure no, lasci sempre al clinico che la ha in cura la scelta del farmaco o dei farmaci che ritiene più adatti alla sua situazione: un beta bloccante può essere un buon profilattico di una cefalea vascolare, e non sempre, ma potrebbe essere controindicato per altre situazioni. Nè avrebbe efficacia se la sua cefalea fosse per esempio di origine muscolo - tensiva o deteminata da altre cause.

Io mi astengo dal farle un lungo elenco degli esami che ritengo potrebbe fare, perchè non la conosco. Nè mi interessa mostrare di conoscere i suddetti esami.

Probabilmente ha una steatosi lieve epatica, che spiega il movimento delle transaminasi, o lo stesso è determinato dall'uso di analgesici o triptani per la cefalea.

Dal momento che il suo quesito è molto stringato, vi è una VES alta inspiegata da tanti anni, le rinnovo il consiglio di parlarne con il suo medico Curante e nel caso lo veda titubante di cercare un eccellente e valido Internista,nella sua Città ce ne sono tanti, che dopo averla auscultata e palpata, aver raccolto una ottima anamnesi, la indirizzi sugli esami da fare. Di certo non senta i venditori di fumo!

Sul viaggio in spagna e sugli esami da procastinare a settembre le ho già riposto nel primo consulto.

Buona giornata e buone vacanze!

V.C.