Utente 386XXX
Buon giorno dottori, volevo altri pareri: sapere se secondo voi dagli esami svolti, posso ritenermi fertile o a rischio. Vi ringrazio in anticipo

esame ectomiografo dello scroto
eseguito con sonda lineare in larga banda 5-12 MHz
le tonache scrotali appaiono lievemente ispessite. la falda liquida è lievemente aumentata in
entrambi gli emiscroti. Visibili i legamentei del recesso inferiore.
Didimi in sede scrotale, di dimensione ai limiti bassi della norma.

didimo destro: long. 3.7 cm trasv 2.7 cm a.p. 2.2 cm, volume 12 cc
didimo dinistro: long 4.1 cm trasv 2.7 cm a.p. 2.0 cm, volume 11.5 cc

i didimi presentano ecostruttura omogenea, ad ecogenicità conservata. Entrambi i didimi sono esenti da l
lesioni focali a carattere espansivo.
Gli epididimi si presentano di volume conservato e ad ecostruttura finemente disomogenea in
assenza di evidente quadro di flogosi specifica

esame ecocolor Doppler
la colorazione parenchimale dei didimi appare normo-rappresentata.
nulla di rilevante a carico del plesso pampiniforme bilateralmente.
nulla da segnalare a carico dei deferenti.

si segnala una certa mobilità testicolare.

ESAME LIQUIDO

VOLUME 4,0 ml
PH 7,4
ASPETTO: proprio
VISCOSITà nei limiti
FLUIDIFICAZIONE fisiologica

CONCENTRAZIONE NEMASPERMATICA

concentrazione /ml 75.000.000
concentrazione/ totale 300.000.000
MOTILITà PROGRESSIVA 45% rettilinea + 10% discinetica
MOTILITà TOTALE 55%

MORFOLOGIA nemaspermatica

Forme tipiche: 23%
Forme atipiche 77% (teste amorfe, microcefalie, colli angolati)
leucociti 600.000
elementi linea germinativa: presenti
cellule di sfaldamento: presenti
zone di spermioagglutinazione: presenti
corpuscoli prostatici: rari

giorni di astinenza 3.. valori di riferimenti WHO 2010

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se esame fatto secondo i "riferimenti WHO 2010" possiamo considerarlo nella norma.

Risenta ora il suo andrologo di riferimento poi, se desidera avere altre informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna un’infertilità di coppia, può leggere anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1446-antiossidanti-radicali-liberi-fertilita-maschile.html

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio.. la mia paura era data dalle dimensioni testicolari
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Risenta ora il suo andrologo ma se effettivamente presenti 300.000.000 di spermatozoi nell'eiaculato difficile pensare ad un problema a livello dei tubuli seminiferi dei suoi testicoli.

Ancora un cordiale saluto.