Utente 821XXX
Gentili esperti, Vi scrivo per avere delle delucidazioni in merito alla patologia in oggetto di cui è affetto mio padre. Egli soffre di idrocele di media entità e desidererebbe sapere se tale patologia a lungo andare senza opportune cure può aggravarsi provocando danni permanenti. In ogni caso che genere di esami e/o consulti consigliate? L'intervento chiurgico può essere evitato ricorrendo a soluzioni alternative o secondo Voi esso è l'unica soluzione? Bisogna tenere conto, infatti, che il soggetto è refrattario all'anestesia totale. Certo di una vostra utile risposta porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
le rispondo dalla sua ultima osservazione è cioè che in un adulto ,l'intervento di rimozione di un idrocele raramente richiede un'anestesia generale. Infine l'indicazione ad una correzione chirurgica in presenza di un "idrocele di media entità" non è categorica anche se non ci sono terapie alternative. Detto questo poi le ricordo che quadri clinici particolari come quello di suo padre non possono essere affrontati e tanto meno capiti e risolti tramite una semplice e-mail e richiedono sempre una attenta valutazione clinica diretta . A questo punto consulti il suo medico di medicina generale che, esaminato in prima istanza il suo problema , potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata valutazione specialistica andrologica od urologica.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Utente 821XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore, La ringrazio per la sua pronta risposta.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
comunque , se lo desidera , ci tenga informati sui futuri sviluppi del problema clinico di suo padre.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

qualche informazione sull'idrocele potrebbe trovarla su www.andrologia.lazio.it
Nel sospetto di un idrocele il percorso più idoneo è una visita dal medico di famiglia, una ecografia testicolare e una visita specialistica andrologica, urologica, chirurgica) per le terapie
La chirurgia, se indicata, può essere effettuata in semplice anestesia locale
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 821XXX

Iscritto dal 2008
Terrò presente quanto suggeritomi.
Grazie ancora per l'attenzione.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
comunque qualsiasi dubbio ulteriore lei abbia , se lo ritiene utile, ci tenga informati sul problema clinico di suo padre.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com