Utente 206XXX
Buongiorno Dottore,
le scrivo 2 referti di Ecocolordoppler dei vasi epiaortici per avere una comparazione.

REFERTO DEL 24/10/2014:
Assi carotidei con regolare profilo parietale. Spessore intima-media 1.1 mm. Decorso tortuoso della interna destra. Vertebrali pervie e con flusso normodiretto. Curve doppler normali.

REFERTO DE£L 27/07/2015:
Spessore intima-media massimo 1.1 mm. Piccola placca fibrocalcifica a carico della comune sinistra con stenosi pari al 25%. Tortuosità della interna destra. Non anomalie delle vertebrali e delle succlavie.

Per quanto concerne il 2° referto mi ha preoccupato e non poco la scritta "Piccola placca fibrocalcifica a carico della comune sinistra con stenosi pari al 25%".
Mi potrebbe spiegare il suo significato e se ciò comporta dei rischi in futuro?
Aggiungo che non fumo, I valori del colesterolo sono buoni come sono nella norma LDL e HDL ed i trigliceridi.
Come terapia assumo dal 2003 Cardioaspirin (1 compr. al dì) e Amiodarone (1 compr. al dì, esclusi sabato e domenica), per degli episodi di F.A. avuti nel 2003 e mai più verificatesi a tutt'oggi.
In attesa di leggerla, la saluto cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
che a distanza di un anno lei abbia sviluppato una placca fibrocalcifica ostruente il 25% del lume carotideo è strano.
Tenga presente che l'ecografia risente molto della mano dell'operatore per cui o la placca era presente lo scorso anno e non è stata vista o è stata sopravvalutata nell'ultima eco.
Nulla di drammatico comunque non essendo dal referto una placca molle.
La disaggregazione piastrinica con Cardioaspirin è necessaria e sufficiente.
Controlli ogni anno la placca per vedere se tenda ad ingrandirsi.

In quanto all'amiodarone: l'assunzione continua di un farmaco efficace ma gravato di mumerosi effetti collaterali per episodi di F.A. parossisitica nel 2003, francamente la condivido poco.
Se proprio si vuole fare farmacoprofilassi vi sono farmaci altrettanto efficaci e assai meglio tollerati.
Ma di questo deve parlare con chi la segue.

Arrivederci.
[#2] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore,
la ringrazio per la sollecita risposta. Volevo aggiungere che conosco molto bene gli effetti collaterali del farmaco, di cui sono stato informato dal mio medico a suo tempo. Devo comunque ritenermi "fortunato" in quanto gli effetti collaterali hanno provocato dei depositi corneali, per fortuna periferici, mentre i valori di FT3, FT4 e TSH si sono mantenuti, in tutti questi anni, nella norma. Ciò non toglie che parlerò sicuramente con il mio cardiologo per una terapia farmacologica efficace e meglio tollerata.
La saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
se vuole mi tenga pure informato.

Cordiali saluti a Lei!
V.C.
[#4] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore,
se ci dovessero essere sviluppi, sicuramente la informerò.
Cordialità.