Utente 760XXX
mi e' stati risposto in tanti modi,ma non ho ancora capito se la mia grave oligoazoospermia puo' essere curata con il tribulus terrestris, bioarginina e multicentrum. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore (o lettrice),
sulla Bioarginina e le numerose vitamine contenute nel Multicentrum molto si è già scritto anche in numerosi post presenti su questo sito . Sul Tribulus terrestris con cui lei ha addirittura aperto il suo recente post invece poco è stato detto e meno si sa . Comunque questa è una pianta molto diffusa in Europa, Asia, Africa , Australia e in molte zone calde tropicali. Il Tribulus terrestris è conosciuto ed usato nella medicina antica cinese ed indiana con diverse indicazioni e gli viene attribuita una attività di "regolazione" e di "depurazione" a livello renale, epatico e gastrointestinale. La sua azione più importante sembra tuttavia, per quel che ci compete come andrologi, dovuta alla sua presunta capacità di stimolare la produzione di androgeni (testosterone e derivati), cioè gli ormoni capaci di scatenare il desidero sessuale, i caratteri sessuali secondari e lo sviluppo della muscolatura. Da qui sempre la sua presunta attività afrodisiaca capace di aumentare addirittura la fertilità maschile ed anche quella femminile coprendo ed integrando eventuali carenze ormonali. Detto questo caro lettore cerchi lei a questo punto di trarre le corrette conclusioni. Io osservo, almeno da tutti i post che ci ha inviati, che lei , così almeno mi sembra, ha già un andrologo con cui ha discussso sicuramente tutte queste indicazioni terapeutiche un pò "originali". Infatti il suo quadro seminale attuale fa poco sperare che con il Tribulus od altri aminoacidi essenziali o vitamine possa migliorare.
Il mio semplice consiglio a questo punto è quello di risentire il suo andrologo di fiducia e con lui ridiscutere in diretta tutte queste considerazioni da noi qui sviluppate. Sempre a questo proposito in uno dei suoi post riferisce ancora di avere il desiderio di consultarmi ma sinceramente io non ricordo un paziente con un problema clinico analogo a quello da lei raccontato a cui ho indicato il Tribulus terrestris , il Multicentrum e quant'altro prima di una Tese. Forse mi sbaglio o è l'età che gioca i suoi brutti scherzi.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com