Utente 387XXX
Buongiorno,
Ho 33 anni e sono alla ricerca del secondo figlio ormai da un anno senza risultati.
Ho un bambino di 5 anni nato da una gravidanza arrivata al primo tentativo, portata a termine senza alcun problema e conclusasi con parto naturale.
Soffro di pcos da sempre, e da diversi mesi ormai ho spotting premestruale che Inizia circa 7/8 gg prima delle mestruazioni.
Controllo da un anno la temperatura basale e questa pare indicare una corretta e costante ovulazione. Ho eseguito dosaggi ormonali in terza giornata e tutti i valori sono risultati nella norma, cosi come il valore del progesterone dosato 7 giorni dopo l'ovulazione.
Due anni fa ho e eseguito un'isteroscopia che indicava cavità uterina regolare.
La scorsa settimana mi sono sottoposta a ISG per valutare la pervietà delle tube. Il Medico dopo aver eseguito l'esame mi dice che il Liquido di contrasto si è distribuito solo da una parte dell'utero, pertanto dalle radiografie era visualizzabile solo metà utero. Non mi è stato consegnato alcun referto, e mi è stato consigliato di ripetere l'esame.
A questo punto mi chiedo a cosa può essere dovuta questa "visualizzazione parziale" dell'utero? Devo preoccuparmi oltre che per la sterilità secondaria anche per la mia salute? Grazie a chi vorrà rispondermi.
[#1] dopo  
Dr.ssa Manuela Steffè
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Salve.
Sinceramente, preoccuparsi per la sua salute mi sembra eccesivo. L'esame non è stato conclusivo - tanto che non ha il referto- e quindi sembra che non sia stato rilevato nulla di francamente patologico. D'altronde, immagino che di recente abbia effettuato una visita e un'ecografia transvaginale dal suo ginecologo di fiducia con esito negativo (altrimenti avrebbe riferito una qualsiasi anomalia riscontrata!).
il consiglio quindi è di consultarsi con il suo ginecologo - che ben la conosce- e di ri-fare la ISG eventualmente ampliando la diagnostica con l'esame al seme del marito.
In bocca al lupo,
[#2] dopo  
Utente 387XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille per la sua cortese risposta!
Lo spermiogramma è già programmato, e pure la nuova ISG. Non ho però assolutamente capito quale può essere il motivo del non scorrimento del liquido di contrasto dell'utero e non ho neppure capito perché non ripetere l'esame magari il giorno seguente, invece di costringermi a ripetere a distanza di un mese la preparazione antibiotica.
Le confermo che ho fatto numerose ecografie e visite ginecologiche negli ultimi mesi, di cui l'ultima 2 gg prima dell'Isg e nessuna di queste ha evidenziato alcun tipo di anomalia.
[#3] dopo  
Dr.ssa Manuela Steffè
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Bene,... perciò può essere fiduciosa. Probabilmente "l'intoppo" era di tipo tecnico e del tutto contingente.
Buon proseguimento,