Utente 387XXX
Gentili Dottori,

a seguito di un trauma distorsivo al ginocchio dx (saltando con entrambi i piedi, per uscire da una piscina, sono inciampato con il piede dx nel bordo della stessa, e ho avuto un movimento innaturale del ginocchio verso l'interno), causa forte dolore in corrispondenza dell'emirima mediale, in Pronto Soccorso hanno dapprima sospettato una lesione meniscale per poi, a distanza di qualche ora, propendere invece per una lesione del legamento collaterale mediale (perchè risultavo negativo al test di Apley).
A distanza di 5 giorni dall'infortunio, ho effettuato una RMN di cui riporto integralmente il referto:

LE SEQUENZE APPLICATE NON EVIDENZIANO ALTERAZIONI OSSEE O MIDOLLARI ACUTE.
LA RIMA ARTICOLARE FEMORO-TIBIALE HA AMPIEZZA SOSTANZIALMENTE CONSERVATA.
IL PIANO DEI MENISCHI E' BEN DOCUMENTATO, CON QUALCHE MINIMA IRREGOLARITA' DEGENERATIVA.
I CROCIATI SONO REGOLARMENTE INSERITI, DISOMOGENEI E RIGONFI ENTRAMBI MA SPECIE L'ANTERIORE, CON SINOVITE E PICCOLO VERSAMENTO.
I COLLATERALI SONO ISPESSITI ALL'INSERZIONE FEMORALE, SPECIE IL MEDIALE.
LA ROTULA TENDE ALLO SCIVOLAMENTO ESTERNO, CON QUALCHE MINIMA DISOMOGENEITA' DI SEGNALE SULLA FEMORO-ROTULEA.
TENDINE QUADRICIPITALE E ROTULEO CHE SI INSERISCONO IN MODO SOSTANZIALMENTE CORRETTO.
GROSSOLANA DISOMOGENEITA' CENTRALE DI SEGNALE DEL CORPO DI HOFFA.
EDEMA DELLE PARTI MOLLI SPECIALMENTE MEDIALI, PROBABILMENTE IN SEDE DI TRAUMA.

Dovendo andare in ferie tra pochi giorni, e non avendo la possibilità di consultare prima un ortopedico, vorrei sapere come mi devo comportare. Attualmente continuo ad avere dolore nella parte mediale del ginocchio (e solo in quella), soprattutto quando piego la parte inferiore della gamba con un angolo di 45 gradi circa rispetto alla coscia, e mi aiuto con una stampella nella deambulazione (pur riuscendo a camminare, sebbene molto piano).

Posso provare ad abbandonare la stampella, o devo continuare a non caricare il ginocchio infortunato?

La situazione dei menischi richiede un trattamento chirurgico, o è sufficiente un qualche trattamento conservativo + fisioterapia?

E soprattutto, i problemi ai legamenti crociati evidenziati dalla RMN è possibile che siano dovuti al trauma, o è più probabile che si tratti di una situazione preesistente, pur in assenza di sintomatologia dolorosa?

Ringraziando anticipatamente, vi porgo i miei migliori saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
382191

Cancellato nel 2017
Gentile utente,
la situazione in generale, così come descritta dalla risonanza e sulla base delle informazioni da lei fornite, farebbe pensare che il problema del suo ginocchio dopo il trauma è uno stiramento del legamento collaterale mediale, verosimilmente responsabile dei sintomi attuali. Tutti gli altri reperti sembrano derivare dal trauma distorsivo che il ginocchio ha subito. Probabilmente i menischi non hanno nulla di particolare, e la minima irregolarità descritta è solo un reperto occasionale.
Fermo restando che per una diagnosi corretta bisogna guardare direttamente le immagini della risonanza e confrontarle con i dati della visita clinica, nel caso di uno stiramento del collaterale mediale (lesione di I grado), la prognosi in genere è di 20-25 gg. A volte si riescono a mollare le stampelle anche prima, ma sarebbe bene 'proteggere' il ginocchio per tutto il periodo necessario. Sarebbe utile indossare una ginocchiera 'anti varo-valgo' che, a volte, permette di anticipare i tempi.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 387XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille della tempestiva risposta,

ora mi sento molto rassicurato. Cercherò tuttavia di usare la stampella anche durante il periodo di vacanza. Per quanto riguarda il tutore, ne sto già utilizzando uno da una settimana (da quando cioè ho ripreso l'attività lavorativa, mentre l'infortunio è avvenuto 2 settimane fa), con delle stecche laterali che limitano il movimento varo/valgo del ginocchio.

Grazie ancora.
Cordiali saluti.