Utente 387XXX
Salve!ho 25 anni e vi scrivo perchè sono disperata!Ormai mi è impossibile vivere una vita normale perchè quando cammino ,quando mangio,quando da sdraiata mi metto alzata mi sbanda sempre la testa,perdo l'equilibrio,come se mi sentissi mancare il terreno sotto ai piedi.Non è un giramento a 360 gradi ma un vero e proprio sbandamento , sensazione di testa vuota come se mi sentissi mancare e che mi costringe a sedermi.A livello fisico sto bene,cioe non è come un calo di pressione dove mi sento debole e sudo,è solo un problema relativo alla testa.Ho fatto tutti i controlli possibili ed immaginabili,anche ecodopler al collo,ho fatto risonanza magnetica alla testa e anche al rachide cervicale.Nella prima non risulta nulla,nella seconda c è scritto:notevolmente ridotta la lordosi cervicale e contrattura antalgica.Ho fatto tutte le analisi possibili ed immaginabili,amche ormonoli,tac e eco alla tiroide,tutto completamente negativo.A volte mi sento come se le braccia fossero distaccate dal corpo,come se non le avessi e quando ho questo sbandamento mi cedono le gambe.Entro in uno stato di confusione,anche visivo.Puo essere la cervicale?se si,come posso curare questo problema?vi prego consigliatemi una terapia dalla quale posso guarire.Ho fatto e sto facendo massaggi alla cervicale e tense applicati dietro al collo,all'inizio la testa girava di piu,adesso un po meglio ma gira sempre lo stesso non è passato.
Sono molto scoraggiata,anche adesso mentre vi scrivo e mi alzo la testa avverto un leggero sbandamento.O quando prendo un libro dallo scaffale o quando semplicemente cammino.Inoltre soffro molto ma molto spesso di mal di testa.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile signora, stia serena e non di disperi che si rimedia a tutto, sopratutto in queste patologie .
Consulti uno specialista otorino, faccia esame cocleovestibolare ed esame stabilometrico, poi consulti un ortopedico e veda la vera diagnosi che le stilano.
Certamente il rachide cervicale, spesso pur senza segni eclatanti della radiografia o della rmn, determina dei quadri clinici imponenti come la cefalea o le sindromi vertiginose o vari sintomi " sindrome simpatosica" caratterizzati da turbe dell'umore, stato ansioso, turbe del sonno, della memoria e della attenzione, concentrazione ecc.ecc
Ma tutto va valutato da caso a caso con scrupoloso e approfondito esame clinico ortopedico.
Ho descritto spesso nei consulti tali quadri frequenti " nella sindrome cosi detta cervicale ", lei puo leggere anche il mio articolo nel minforma " colpo di frusta cervicale " troverà molti sintomi che caratterizzano tante patologie del rachide cervicale come l'artrosi o una alterazione dell'asse cervicale, o una discopatia, ecc.ecc, senza che sia avvenuto necessariamente un trauma distorsivo del segmento cervicale del rachide .

http://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/217-colpo-frusta-cervicale.html
Dopo la diagnosi precisa e la valutazione di origine di tali disturbi,si procederà alla terapia mirata.
La fisiochinesiterapia è di certo una via percorribile e risolutiva molte volte, a volte associate ad altre terapie.
Cordiali saluti