Utente 752XXX
Buongiorno.
Da ormai quattro mesi sono affetto da dolori cervicali a seguito di incidente stradale (colpo di frusta).
Finora, per i dolori, ho fatto uso di fans (nimesulide ed ultimamente naprossene), non un uso continuo, ma solo all'occorrenza per calmare il dolore.
Leggendo su internet ho trovato varie notizie riguardo l'uso di paracetamolo o ac. acetilsalicilico a scopo antalgico, essendo queste molecole meno dannose per lo stomaco, rispetto i fans vorrei, dopo averne parlato col mio medico, provare.
Ovviamente immagino, come per i fans, vada usato uno o l'altro farmaco e ne sia sconsiliato l'uso accoppiato, ma quale dei due è più efficace nella riduzione del dolore?
Quali sono i dosaggi senza ricorrere nei relativi effetti indesiderati?
Grazie.

Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
l'acido acetilsalicilico (o aspirina) ha una certa gastrolesività pertanto non capisco come possa essere considerato meno dannoso rispetto ad altri fans
il paracetamolo ha un'azione analgesica ma non antinfiammatoria!
[#2] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Il paracetamolo e' ottimo a basse dosi (400-500 mg) per far andar giu' la febbre, sui dolori e' meno brillante in quanto va usato ad alte dosi (> 1000 mg), non vale molto come antiinfiammatorio. Di solito non fa venire gastriti.

L'aspirina e' ottima come antinfiammatorio e come antalgico anche a basse dosi (500 mg), ma in molti soggetti puo' causare mal di stomaco e anche vere gastriti - ulcere. L'aspirina e' essa stessa un FANS (antinfiammatorio non steroideo).

Dei due farmaci quello che promette di funzionare meglio sui sintomi e' l'aspirina, ma la sua sopportabilita' va verificata caso per caso sul singolo paziente.




[#3] dopo  
Utente 752XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per le risposte.
Cordiali saluti