Utente 282XXX
Gentili dottori,
prossimamente dovrò sottopormi a varicocelectomia con tecnica di Ivanissevich.
Ho sentito dire che è possibile ricorrere all'anestesia spinale anzichè alla generale. E' vero? Mi hanno però riferito che, per questo intervento, gli andrologi preferiscono che il paziente sia anestetizzato totalmente. Corrisponde a verità? Se sì, perchè? Sono in ottime condizioni generali: mi è concessa la facoltà di scegliere liberamente l'anestesia spinale oppure sarò vincolato dalla decisione del medico?
Grazie a tutti e buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Domenico Minniti
24% attività
0% attualità
0% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2000
Egregio Signore,
direi che non solo è possibile, ma è addirittura auspicabile, se non esistono controindicazioni, il ricorso ad un'anestesia subaracnoidea.
Le preferenze degli andrologi passano in secondo piano, rispetto al confort ed alla sicurezza del paziente. Ne parli comunque con l'anestesista.
In bocca al lupo...
[#2] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Caro Utente,
l'intervento cui dovrà essere sottoposto prevede che possa essere fatto anche in videolaparoscopia. Purtroppo questa tecnica sicuramente vantaggiosa per certi tipi di grossi interventi impone che il paziente sia sottoposto ad Anestesia generale. Al contrario se il suo intervento è fatto con tecnica chirurgica tradizionale prevede un piccolo taglio con breve degenza ma sicuramente dal punto di vista anestesiologico, se non vi sono controindicazioni rilevate al momento del colloquio con l'Anestesita, può essere tranquillamente fatto in anestesia subaracnoidea (spinale).
Quindi dalla sua domanda non è chiaro se la scelta della A.G. da parte del chirurgo urologo sia obbligata per la possibilità di una videolaparoscopia o solo per una "tradizione" acquisita dallo Specialista.
Comunque ribadisco che se fatta con tecnica chirurgica tradizionale allora sicuramente la scelta anestesiologica più felice è quella della anestesia spinale che Lei potrà chiedere all'Anestesista al momento della visita. Il rilassamento, il piano anestetico è assolutamente valido e completo pur rimanendo lei sveglio. Come sempre ricordo che questo tipo di anestesia oltre che coprirla per la durata dell'intervento le da un buon comfort quasi per tutta la giornata nel postoperatorio senza dover ricorrere da subito ad analgesici per via endovenosa.
[#3] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori,

Vi ringrazio di cuore per la VOstra risposta.
Per il dott. Alvino: l'andrologo mi parlava di legatura retroperitoneale con tecnica di Ivanissevich, da eseguirsi con un "taglio" (parole sue). Non mi ha parlato di laparoscopia. Mi spiegava, invece, che essendo il mio un varicocele piuttosto avanzato, non era consigliabile ricorrere alla legatura subinguinale con tecnica secondo Marmar (che, a suo dire, sarebbe stata meno invasiva e più semplice), ma a quella di Ivanissevich ("a legatura alta"). Ringrazio ancora, spero di averVi dato ulteriori indicazioni.
[#4] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Bene, mi conferme allora che la tecnica anestesiologica migliore, pur senza controindicazioni per l'altra, sia la "subaracnoidea".
La saluto
[#5] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2007
Grazie ancora, un saluto a Lei!