Utente 377XXX
Da un po di tempo ho improvvisi aumenti di pressione 160/95--70 ,e mi fanno star male 'sono ,e all'ultima visita medica di controllo il card.mi ha detto di stare tranquillo è solo ansia purtroppo sono sempre più frequenti cosa devo fare e cosa prendere in quel momento ?grazie.N.B.assumo al mattino atenol100 e losartan50mg.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
le sue "crisi ipertensive" sono riferite a valori tutt'altro che pericolosi per la vita.

Presumo che dopo la diagnosi definitiva di ipertensione arteriosa, il suo cardiologo abbia valutato tutto il valutabile, con il grande privilegio di poterla visitare che io non ho!

Presumo che abbia fatto anche un Holter pressorio/24h che ha dato la misura oggettiva di quanto lei sia iperteso e se la sua P.A. segua il ritmo fisiologico circadiano (cioè se lei sia un paziente dipper o no).

Ritengo che l'ansia possa giocarle scherzi poco piacevoli: le ripeto che quando la max raggiunge i 170mmhg, se il suo cardiologo è d'accordo, può assumere un ansiolitico, anche direttamente in bocca nella formulazione in gocce.
L'Atenol è un vecchio ma valido beta bloccante, molto bradicardizzante ma poco ipotensivante.
Il Losartan è stato il primo sartano commercializzato: ha necessità di 3 - 6 sett. per espletare il max effetto e non è molto potente quanto altri sartani più recenti: spesso la dose deve essere raddoppiata.
La terapia della ipertensione arteriosa è un'arte e solo chi la cura potrà personalizzargliela: anche ricorrendo a farmaci di classi diverse.
Perciò si fidi del suo Cardiologo: noi per via telematica più di questo "non possumus"....
Cari saluti e buon week-end!
[#2] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Addendum:
ho appena letto, perchè mi era sfuggito, che lei è un paziente cardiopatico con un IMA "a coronarie indenni" alle spalle,F.A. e vari disturbi della conduzione intraventricolare.
Un validissimo Collega, le aveva dato dei consigli ben precisi a maggio, suggerendole anche un centro specialistico a cui rivolgersi: spero che lei li abbia seguiti nel suo interesse esclusivo.

Tanto ho aggiunto per completare il consulto: se vuole mi può aggiornare quando lo desideri.

Carissimi saluti.
[#3] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Ho seguito i consigli del suo collega ,la visita di uno specialista in aritmologia è prevista x il mese di ottobre ,però purtroppo in questo mese tutto è cambiato e sinceramente non riesco più ad affrontare con serenità le giornate ogni piccolo cambiamento del mio stato d'animo mi fa crollare il mondo addosso mi scuso x il disturbo a voi dato,la pressione arteriosa è sempre alta e non so più cosa fare vi ringrazio e vi saluto.
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
per la P.A. alta potrebbe intanto sentire il parere di un altro Cardiologo.

Mi sembra, dalla sua amara conclusione, che lei sia molto depresso: forse, in attesa dell'aritmologo, dovrebbe consultare uno specialista che valuti la possibilità di una terapia farmacologica per una sindrome depressiva - ansiosa, ancorchè reattiva.

Cari saluti.