Utente 297XXX
Egregi dottori, sono una donna di 37 anni che esattamente una settimana fa ha subito un intervento di innesto gengivale con prelievo palatale.
Mentre nella zona che ha ricevuto l'innesto sembra andare tutto bene, nella zona palatale sembra non ci siano miglioramenti col passare dei giorni, anzi...
Colnpassare dei giorni il palato fa sempre più male e sembra essere sempre più gonfio. Ho preso 2 antibiotici al giorno per 6 giorni e antidolorifici all'occorrenza ma la situazione sembra peggiorare.
è normale che il palato col tempo faccia sempre più male? Il mio dentista mi ha dato una placca in resina, tipo bite, da mettere per proteggere la ferita ma sembra mi dia solo più fastidio perché comprime un pò la ferita e cerco di metterla solo durante i pasti( esclusivamente liquidi) per scongiurare il rischio di infezioni,.
dovrei preoccuparmi o è normale questo decorso post operatorio?
Grazie infinite
[#1] dopo  
Dr. Marco Capozza
40% attività
4% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gent. Paziente

l'innesto di gengiva avviene mediante prelievo di tessuto dal palato e posizionamento in un'altra sede gengivale.

La sede " donatrice" palatale, in alcune tecniche, resta priva del rivestimento naturale dell'epitelio e viene protetta con vari sistemi, ad esempio con plasma autologo opportunamente trattato o altro. A volte viene lasciata libera, nel caso non vi siano grandi rischi di infezione.

La placca in resina può essere un'altra soluzione ma può comportare una compressione del sito donatore e dolore, oltre a possibile ristagno di materiale potenzialmente infetto.

La guarigione del sito donatore, quando viene asportato l'intero spessore gengivale, è relativamente lunga, sino a tre settimane circa, ma con progressivo miglioramento.
Una settimana di guarigione sembra quindi ancora insufficiente ad evitare fastidi.

Si consiglia generalmente di mantenere una buona igiene e l'applicazione di clorexidina in gel.

Per un parere sul suo caso specifico è necessaria una visita mentre un colloquio con il suo dentista potrà tranquillizzarla e aiutarla concretamente ad alleviare i fastidi.

Cordiali saluti