Utente 412XXX
Dopo una seduta per ablazione tartaro (ultrasuoni + nebulizzazione di bicarbonato), la gengiva di un incisivo ricoperto da corona di porcellana si è infiammata e ritratta, mettendo in evidenza un segno scuro piuttosto antiestetico.
E' normale che accada ciò, oppure è da ascriversi ad imperizia dell'igienista dentale? Come porre rimedio a tale inconveniente?
Ringrazio e saluto cordialmente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Simona Galiero
20% attività
0% attualità
12% socialità
MARANO DI NAPOLI (NA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Gentile utente, il bordino che lei vede è quello della struttura in metallo della sua corona. Solitamente viene posizionato sotto il bordo gengivale per cui non visibile. Alcune volte però, col passare degli anni e con l'uso di cattive abitudini (es. cattivo spazzolamento) si ha una recessione della gengiva al colletto con conseguente esposizione del bordino metallico. E' per questa ragione che nel settore anteriore si preferisce non eseguirlo(ma evidentemente non è il suo caso).Cmq se lei lo vede subito dopo l'ablazione potrebbe anche darsi che prima era nascosta dal tartaro e quindi non visibile.
[#2] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
SANTERAMO IN COLLE (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
In effetti è più probabile che la gengiva marginale prima dell'igiene fosse leggermente gonfia per una lieve gengivite marginale. Dopo l'igiene, nell'arco di pochi giorni tale infiammazione recede e i tessuti si sgonfiano, lasciando vedere la zona marginale della corona.
Comunque, se la mia ricostruzione non corrispondesse alla sua situazione, è sostanzialmente impossibile dirle quale sia stata la causa della retrazione gengivale.
[#3] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2004
Grazie per le gentili risposte.
Quale potrebbe essere il rimedio (se c'è)?

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
SANTERAMO IN COLLE (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La sostituzione della capsula o un intervento mucogengivale di copertura.
Entrambi sono da valutare attentamente con il suo odontoiatra perchè a rischio di recidiva
[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
La sostituzione con una corona senza metallo
[#6] dopo  
Dr.ssa Simona Galiero
20% attività
0% attualità
12% socialità
MARANO DI NAPOLI (NA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
e si da qui non si scappa, sono in perfetto accordo con i colleghi.
[#7] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2004
Vi ringrazio.
Dr. Spinelli, come avviene l'intervento mucogengivale di copertura?

P.S.: la cosa che non riesco a spiegarmi è che pur trattandosi di una protesi fissa di 5 corone, l'incoveniente si è verificato (fortunatamente) ad una sola corona: continuo a pensare che ciò sia dipeso da una manovra errata dell'igienista.
Qual è il vostro parere?

Cordiali saluti.

[#8] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
SANTERAMO IN COLLE (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Trattandosi di 5 elementi io eviterei ( se fosse nella mia bocca )di rifare il lavoro protesico se non ci sono altri problemi.
L'intervento, se indicato nella sua situazione, credo che lo possa spiegare meglio il suo odontoiatra direttamente.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Ventimiglia
24% attività
0% attualità
12% socialità
MONASTERACE (RC)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Caro Utente leggendo a quali altre patologie lei e' affetto, non ritengo che il suo problema sia dovuto ad una manovra sbagliata dall'igienista, le protesi fisse a lungo andare se non sottoposte ad accurate visite e controlli periodici possono essere causa di questo tipo di retrazioni gengivali. E' chiaro che se su un dente che sia naturale o coperto da una corona c'e' la gengiva gonfia causa residui di placca e di tartaro con l'eliminazione di questi causa accertata di infiammazione gengivale la gengiva tornando al suo stato naturale subisce un minimo di retrazione, e riferendomi al suo caso e' quello che e' successo. Per quanto riguarda l'intervento cioe' di fare un lembo a riposizionamento coronale per coprire il bordino nero da lei descritto questo e' un mio consiglio personale valuti bene insieme al suo odontoiatra lo stato glicemico di cui lei e' sofferente. Un saluto