Utente 380XXX
Salve gentili dottori, l 8 settembre (sperando trovo il coraggio) mi opererò per una rinoplastica. Che mi dite dell'anestesia locale con sedazione profonda? Io sono un po in ansia e per me è il primo intervento, ci possono essere complicazioni serie? Io sono un ragazzo di 26 anni, ovviamente prima dell'intervento farò analisi del sangue ed ecg. Ho posto questa domanda al dottore che mi opera e lui mi ha detto che se ho già fatto l anestesia locale dal dentista (l'ho fatta per un estrazione di un dente) non dovrei avere problemi neanche per questa anestesia che mi farà lui, poi chiedendo se ci sono rischi lui mi ha risposto che ci sono rischi anche ad attraversare la strada, si questo lo so, ma capite che non è il massimo di risposta da dare a uno che ha un po di timori perché è il suo primo intervento. Che ne pensate voi?
Vi porgo i miei saluti e vi ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buon giorno, la risposta del collega, anche se forse non felicissima, è stata data certamente a fin di bene per allentare la sua ansia.
Comunque la procedura propostale è ampiamente consolidata ed usata con buoni risultati, anche se tuttavia il rischio 0 in medicina non esiste, bensì anche la persona più sana e con il preoperatorio in ordine ha un rischio che parte da 1.
Rischio che scende se la procedura è praticata da mani esperte ed in ambiente attrezzato ma non si azzera mai.
Deve essere presente un anestesista a praticare la sedazione necessaria, quando parlerà con lui durante la visita anestesiologica gli faccia presente i suoi timori e certamente saprà aiutarla.
Saluti.
[#2] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta, mah speriamo bene, a volte penso di rinunciare a questo intervento anche se l ho sempre desiderato, proprio per questa paura, comunque l'intervento si svolgerà in un ambulatorio con sale operatorie al piano di sotto, quindi penso che anche se non è un ospedale sia un ambiente attrezzato, poi il dottore lo esegue di routine quindi penso di essere in buone mani, gia a maggio dovevo fare lo stesso intervento ma una settimana prima ho rimandato x via di questa ansia e queste paranoie che ho. Poi mi dico proprio a me deve succedere qualcosa, non fosse stato il primo intervento mi sarei sentito già un po' più tranquillo perché sapevo già cosa mi aspettava. Voi con che spirito mi consigliate di affrontare questa cosa per arrivare quantomeno al giorno del l'intervento e non tirarmi di nuovo indietro?
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buona sera, lo spirito giusto è quello di una serena consapevolezza e decisione, ma mi rendo conto che sia facile a dirsi e non a farsi.
Se non ho capito male il suo è un intervento di natura estetica, quindi diciamo non necessario ne urgente, ma che la aiuterà migliorando il suo aspetto, per cui lo affronti con lo spirito giusto.
Potrebbe esserle utile forse un leggero sedativo da assumere nei giorni precedenti l'intervento, da farsi prescrivere dal suo medico e di cui eventualmente non dimentichi di informare l'anestesista.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Si infatti penso che andrò dal mio medico di famiglia e glie ne parlerò, si comunque è un intervento di natura estetica, l ho sempre desiderato e adesso che diciamo ho le possibilità economiche mi è venuta questa ansia. Forse anche il chirurgo che mi deve operare nella visita me l ha un po' trasmessa perché è stato un po' sbrigativo, visto che erano le 21 di sera e credo desiderava andare a casa. Comunque grazie mille per aver risposto e per la sua pazienza. So bene che forse è una cosa un po' sciocca perché ci sono interventi che purtroppo una persona deve sottoporsi per forza e il mio non è poi così necessario. Grazie davvero per la pazienza
[#5] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buon giorno, il suo non sarà un intervento salvavita ma non per questo deve essere sminuito, anzi.
Diciamo che è importante dal punto di vista psicologico, sbaglio? E l'ansia che lei prova è reale ed ugualmente meritevole di aiuto.
E' ugualmente importante stabilire un rapporto di comprensione e fiducia con l'operatore ed il suo anestesista: a me capita spesso in pazienti che devono affrontare interventi simili al suo: basta poco e vedrà che andrà tutto bene.
Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno grazie mille davvero x aver risposto.
Si, da un punto di vista psicologico mi aiuterà moltissimo questo intervento, in questi giorni stavo pensando che forse è anche il chirurgo stesso che non mi ha trasmesso la giusta calma, infatti ho deciso di aspettare la fine di agosto e contattarlo, magari mi riesce a trasmettere la giusta tranquillità questa volta ed è un po meno sbrigativo di quando ci siamo visti. Credo che sia giusto che mi ascolti visto che una persona spende un bel po' di soldini per questo genere di intervento. Se in questo modo riesco a stare più tranquillo sono sicuro che affronterò l intervento più rilassato. Grazie davvero x avermi risposto dottoressa
[#7] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buona sera, ancora un consiglio: chieda di parlare con l'anestesista per dubbi e/o informazioni riguardanti l'anestesia.
Non è escluso che il suo chirurgo sia stato "sbrigativo", per stanchezza, per carattere, ma anche perchè non è la figura professionale adatta a dare questo tipo di informazioni.
Non dimentichi che lei dovrà firmare un consenso informato alla procedura chirurgica e alla anestesia e quindi deve aver ricevuto tutte le informazioni a riguardo prima di ciò.
Non è tanto una questione di denaro quanto di rapporto di fiducia medico paziente, che ci dovrebbe essere anche se l'intervento non è di tipo privato.
Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Si infatti sicuramente era per stanchezza visto che quel giorno aveva fatto anche vari interventi oltre alle visite e l ultimo intervento si era protratto tante' che ho dovuto aspettare parecchio prima di essere visitato e si erano fatte le 21. Comunque dopo ferragosto farò le varie analisi e le invierò a questo centro e nel farlo chiederò di poter parlare anche con l anestesista perché mi sembra una cosa più che giusta. Grazie dottoressa