Utente 249XXX
72 anni in terapia con amlodipina e zofenopril, il medico curante ha consigliato di assumere temporaneamente 1 bisoprololo da 1,25 per tachicardia verosimilmente dovuta a stato di tensione emotiva.
L'effetto è stato immediato e la tachicardia è rientrata ed ho dovuto ridurre della metà le dosi di anti ipertensivi a parità di risultato.
In attesa di visita specialistica (fra due mesi) vorrei sapere se questo risultato può essere indicativo per formulare una diagnosi e per quanto tempo conviene proseguire con il bisoprololo.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Il bisoprololo ha un effetto SIA antiaritmico SIA anti-ipertensivo, a differenza degli altri due farmaci che sono solo anti-ipertensivi. Quindi è ovvio che abbassa ulteriormente la pressione.

Quindi va benissimo continuare così, con dosi basse di tutti i farmaci. Soprattutto visto che ha ottenuto il risultato voluto!