Utente 385XXX
Salve sono un ragazzo di 18 anni . Mi rivolgo a voi medici perchè mi è stata diagnosticata recentemente una neoplasia del sangue (Policitemia vera) con una carica del 25,20% a basso rischio. Il mio ematologo per essere certo, mi ha segnato una biopsia osteomidollare aspirato. Ed è risultato positivo alla Policitemia. Mi rivolgo a voi perchè quando faccio movimento,corro o semplicemente quando cammino a passo svelto, mi svengo ma mai completamente. E per 35 minuti rimango disteso non riesco ad alzarmi perchè non sento la forza di rialzarmi. Solitamente questi episodi si verificano con svenimenti,labbra cianotiche,mani fredde,pressione bassa (90max e 60MIN), dolori addominali, urti di vomito ma non vomito e vista annebbiata. Mi sono recato dal cardiologo e mi ha detto che anatomicamente e fisiologiacamente il cuore è perfetto. Mi ha fatto fare la prova da sforzo e lì mi sono svenuto e per 35 minuti son stato disteso. Il dottore non se ne capacitava. Solo mi hanno riscontrato la positivitá al "nervovagale"-sincope vasovagale. Questi episodi ce l'ho da quando avevo 9 anni.. e nessuno ci ha mai capito nulla. Mi hanno sempre misurato il livello di ossigeno e questo era normale. Ho fatto l'esame dei polmoni cioè quanto erano elastici. E anche questa prova è risultata negativa.
Mi sono recato da un immunologo e questo mi ha prescritto un esame da fare riguardante la funzionalitá dei muscoli con la stimolazione di alcuni elettrodi. Anche questo tutto ok.
Sono stato da neurologi, endocrinologi. Niente.
Chiedo a lei quali altri esami dovrei fare?

Dimenticavo di dirle che sto facendo salssi per tenere ematocrio inferiore a 48 e prendo una cardioaspirina (una volta al giorno). Ho fatto negli ultimi mesi(ogni mese) 4 salassi. Per ora sono quasi tre mesi che non faccio salassi perchè sembra cbe l'ematocrito sia rimasto costante a 45,70%.

Attendo una sua risposta e la ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Faccia un head up tilt test....
servirà per confermare che si tratta di vera e propria sindrome vaso-vagale e di che tipo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio infinitamente Dottore per la sua disponibilità,però l'esame che lei mi ha gentilmente proposto di fare, io l'ho già fatto nel 2006 presso la struttura clinica di cardiologia della mia città . Scusi mi sono dimenticato di riferirglielo.

Io ho fatto i seguenti esami:

1)Head Up Tilt Test ---dove è stato riscontrato una positività per risposta "mista" (vasodepressiva+cardioinibitoria). Il cardiologo mi consigliò il "Corgard 40 mg (1mg/Kg) al mattino dopo colazione per i prossimi 6 mesi. Io e i miei genitori andammo da un altro cardiologo per un'altra rivalutazione,il quale ci fece interrompere la cura "Corgard" ritenendo che non ci fosse estremo bisogno.

2)Elettrocardiogramma dinamico completo secondo HOLT ----conclusione: tracciato nella norma nè aritmie.

3) ECOCOLORDOPPLER CARDIACO----conclusioni: nella norma gli spessori parietali,normale la giunzione epipericardica,la vena cava inferiore ha normali diametrie e conserva escursioni respiratorie,non si rilevano alterazioni della cinetica segmentaria.

Diversi accessi al pronto soccorso (circa 20) per lipotimie, bassa pressione,mal di testa (da prendere tachipirina da 1000) ecc...

Nel 2008 Ci siamo recati presso il reparto di neurologia per questi episodi. La dottoressa non ha evidenziato alcuna probabile epilessia nè altre anomalie. Ho fatto la " prova del sonno" risultando negativo.

Il medico di famiglia ipotizzando una "ipoglicemia reattiva" mi ha fatto fare degli esami: anche questi con esiti negativi.

Adesso ho 18 anni ed è da 8 mesi che non ho questi episodi che di solito "si accendono " in ambienti caldi e affollati.

La ringrazio infinitamente di avermi risposto Dottore.. Spero che possiate darmi una risposta o quanto meno un consiglio di quali esami dovrei affrontare presso la mia città.

Distinti saluti utente 385274

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
non capisco il motivoper il quale lei continua a fare indagini quando la diagnosi, a questo punto, è già stata formulata 8 anni fà....lei soffre di sindrome vaso-vagale e per questo non ha bisogno di farmaci, ma di atture le manovre di contropressione (delle quali avrebbe già dovuto parlarle uno dei cardiologi consultati) che servono per evitare di svenire. La sindrome è benigna.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la pazienza e per aver capito la mia situazione un po alquanto complessa ma volevo dirle che nessun cardiologo mi ha parlato di queste manovre da fare per poter controllare i miei malesseri terro conto del suo consiglio e prenderò quanto prima un altro appuntamento per capirci di più con un cardiologo.