Utente 111XXX
salve mia moglie è all'ottavo mese di gravidanza, da piccola ha sofferto di displasia ad entrambe le anche e portato un tutore per circa un anno, volevo chiedere se con il disturbo alle anche che ha avuto è consigliabile un parto cesareo, perchè la nostra paura è che con un parto naturale poi ci siano delle complicazioni esempio zoppicare dopo il parto.grazie e cordiali saluti.
[#1] dopo  
382191

Cancellato nel 2017
Gentile utente,
il parto è sicuramente una situazione in cui le anche possono essere sotto stress, però è una condizione limitata nel tempo e non giustifica di per se stessa la programmazione di un parto cesareo. L'anca è più sollecitata in altre situazioni, come per esempio salire le scale, alzarsi dalla posizione seduta, andare in bicicletta in salita. Durante il parto le anche possono raggiungere posizioni estreme, tuttavia il carico è limitato e quindi non è così 'usurante' come possono essere le situazioni che le ho citato.
Può anche darsi che il parto solleciti un po' l'anca e nell'immediato post-partum ci sia dell'infiammazione, ma questa dovrebbe essere autolimitantesi e di breve durata.
Spero di essere stato d'aiuto.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
salve,grazie mille per la sua risposta, ora siamo un po' piu' tranquilli.