Utente 388XXX
Buonasera,
a 18 anni mi fu trovata una miopia di -1,25 ad entrambi con occhi con -1,25 di astigmatismo sempre ad entrambi gli occhi.Negli anni successivi ho usato gli occhiali per guidare e per studiare, raramente li portavo per uscire ma non ho mai avuto grossi problemi. Nel settembre 2014 mi sono recata dal mio oculista perchè non riuscivo più a vedere bene come prima, i valori rilevati furono i seguenti: OD sf-1,25 cil-2 (asse150) OS sf-1,75 cil-1,50 (asse 165). Non feci subito gli occhiali nuovi e a dicembre 2014 mi recai al pronto soccorso per un fortissimo dolore all'OS dalla parte nasale/sopraccigliare con nausea vomito e vertigini (no cefalea). Premettendo che ho sempre sofferto di cefalee curate con OKI e raramente Aulin e che mia madre soffre da sempre di cefalea con assunzione di IMIGRAN, l'oculista del pronto soccorso dopo una visita specialistica complessa mi dice che ho un'emicrania oftalmica, il dolore passa e tutto va bene. A Marzo 2015 trascorro un mese di intensi mal di testa con dolore sempre all'occhio sinistro nasale/sopraccigliare, vado dall'ottico per farmi fare i nuovi occhiali e le nuove Lac e mi dice che i valori da lui rilevati sono diversi da quelli della prescrizione di Settembre 2014 e mi dice che dall'OS ho 9\10 e che necessito di diversi paia di occhiali sia da vicino che da lontano (cosa che il mio oculista invece non aveva rilevato). Decido quindi di tornare dal mio oculista per chiarire questa storia delle lenti e per un fastidio al solito OS lamentando lampi di luce, bagliori, sensazione visiva "come quando si fissa il sole e poi si distoglie lo sguardo". Mi dice che i valori di miopia e astigmatismo sono gli stessi di settembre e che, a detta sua, gli ottici sono stati incompetenti, che i miei occhi vedevano 10\10 e che non avevo bisogno di occhiali da vicino e da lontano (detto in modo molto irritato). Prendo perciò Medrol per otto giorni faccio le lenti nuove da un altro ottico ma anche con queste non riesco a vedere bene. Passo maggio bene senza alcun mal di testa e i fastidi all'OS fino ai primi di Giugno quando improvvisamente da un giorno ad un altro accuso un calo del visus, mi alzo la mattina e non vedo i lineamaneti del mio viso allo specchio, aspetto qualche giorno ma niente, allora decido di andare al pronto soccorso mi fanno esame OCT, fudus, pressione ecc tutto ok ma dal CV e riscontrano ingrandim macchia cieca, (no coroidit sierosa, oculista PS dice che non lho mai avuta) allora con urgenza fanno visita neurologica PEV, Tac, RMN encefalo e orbite Topografia corneale tutto nella norma. L'oculista del PS mi dice di rifare CV. Adesso sto aspettando di rifare questo esame ma il problema dopo più di due mesi persiste. Vedo male sia da lontano che da vicino, cosa che prima non succedeva, con conseguente handicap nelle attività quotidiane. Ho paura che possa essere un inizio di Glaucoma anche se la PIO è nella norma. Vorrei sapere cosa comporta questo ingrandim macchia ciec e cosa potrei avere. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
una ragazza in gamba utilizza gli occhiali nei modi in cui consiglia il suo medico oculista.
Che alla sua giovane eta’ si debbano utilizzare degli occhiali da vicino, soprattutto se lei e’ miope mi sembra una follia.
Ci sono delle lenti progressive di ottima qualita’ che consentono una migliore applicazione allo studio o al PC , ma ripeto lei e’ troppo giovane.
Mi pare che dal punto di vista oculistico lei sia stata indagata molto bene.
Un aumento della macchia cieca senza una escavazione della papilla ottica o ad una riduzione del campo visivo non puo; farci pensare a patologie gravi o drammatiche.
Non ci ha raccontato nulla di LEI

fuma?

beve?

usa farmaci?

lavora ?

studia?

e’ diabetica o ha familiari con diabete?

ha avuto epilessia o malattie neurologiche da bambina?

a presto
[#2] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
Adesso ho 26 anni, non fumo, non bevo, non sono diabetica, mio nonno ha iniziato quest'anno ad avere problemi di diabete a 73 anni ma non so specificare di che tipo. I miei genitori non hanno nessuna patologia, mia nonna ha avuto un infarto da giovane a 35 anni. Non ho avuto epilessia e non ho sofferto di malattie neurologiche. (solo un piccolo soffio al cuore da bambina ma dissero che non era nulla di preoccupante) Anni fa mi rilevarono valori ai limiti nel test per la resistenza alla proteinaC attivata ma gli ulteriori test per la trombofilia negativi, il mio sangue coagula più lentamente per un motivo genetico ma il mio medico mi disse che non comportava nulla. Ho la pressione bassa e i battiti alti. Sono sempre stata un soggetto sano. Non sono mai stata un soggetto ansioso, fino a due mesi fa, quando di conseguenza a questo forte calo del visus mi sono molto spaventata e non riesco a tranquillizzarmi perchè ad oggi ancora nessun dottore, a parte escludere patologie gravi, non ha saputo dirmi cosa possa avermi causato questo abbassamento e il problema non è risolto. Mi pare assurdo che da mesi nessun ottico sia riuscito a farmi delle lenti che mi permettano di vedere bene, e che di punto in bianco abbia avuto questo problema, anche perchè gli ultimi valori rilevati dall'ultimo oculista non sono poi così diversi da quelli di Aprile (ha abbassato 0,50 di astigmatismo a tutti e due gli occhi, e aumentato di 0,50/0,25 la miopia) ma io vedo peggio di prima, prima senza occhiali anche avendo l'astigmatismo vedevo bene da vicino, adesso no. Mi sono dimenticata di dire che ad Aprile il mio oculista mi diagnosticò una coroidite sierosa centrale OS (terapia Meridol+vitamine) ma al PS a Giugno mi dissero che non avevo avuto nessuna coroidite. Assumo la pillola da più di 5 anni. Sono una studentessa prossima alla laurea. Vorrei soltanto essere sicura di non avere nessuna patologia che mi potrebbe portare alla cecità e riuscire a vedere bene a qualsiasi distanza. Il neurologo ha detto che dai dati emersi non ho niente di grave, ma di ripetere comunque l'esame del CV. Sottolineo che ultimamente sto avendo molte miodesopsie, flash, tremori visivi (non della palpebra) e i soliti abbagliamenti e riflessi luminosi all'OS (anche ad occhi chiusi) che avevo avuto anche ad Aprile.
Grazie per la risposta.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
innanzitutto grazie
ha fatto un racconto anamnestico preciso e perfetto
una fascicolite
una corioretinopatia sierosa centrale possono dare i disturbi che lei descrive molto bene.
sta studiando molto?
non e’ che sta abusando di computer , tablet o cellulare.

La sovraesposizione alla luce blu puo’ dare ioltre ai disturbi da lei citati
insonnia, irritabilita’, cali di attenzione, patologie oculare importanti:

dislacrimie,
alterazioni qualitative e quantitative del film lacrimale
fotofobia, bruciore , irritazioni
congiuntiviti croniche o ricorrenti


Per proteggerci dalla luce blu possiamo introdurre nella dieta antiossidanti e prodotti ricchi di pigmenti retinici ed in particolare di Luteina.

Quindi mangi frutta e verdura della piu’ colorata che ci sia, aumenti il carico idrico cosi da avere una buona composizione e sufficiente quantita’ del film lacrimale , oltre che una retina e macula sana

mi ricontatti

se ci fossero altri problemi

[#4] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
Gli ultimi due OCT effettuati non hanno rilevato nessuna corioretinopatia (mi consiglia di fare una Fluorangiografia o è sufficiente l'OCT?). Ma questi disturbi continuano ad esserci. Da due mesi sto al pc meno tempo possibile e non abuso di tablet o cellulare. Non ho bruciori, irritazioni o problemi di lacrimazione e secchezza, accuso solo problemi "visivi". Lei dunque a fronte di tutte le visite che ho fatto escluderebbe patologie gravi come ad es un esordio di Glaucoma?L'ingrandimento della macchia cieca a cosa potrebbe essere dovuto?Grazie per l'attenzione e per i consigli.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
sue domande

1)un esordio di Glaucoma?

risposta
direi di no

2)L'ingrandimento della macchia cieca a cosa potrebbe essere dovuto?

risposta
la macchia cieca potrebbe essere sempre stata cosi

oppure

esiti di una fascicolite del nervo ottico, semmai virale

Grazie a lei per il quesito interessante