Utente 219XXX
Gentili Dottori,
chiedo gentilmente un consulto circa i risultati del referto rilasciato dopo un esame di TC massiccio facciale, eseguito in previsione di un intervento al setto nasale. Riporto, unicamente, l'ultima frase di tale referto in quanto il contenuto mi appare molto preoccupante:

"Quale reperto collaterale in sede intracranica, nella sostanza bianca in sede periventricolare sinistra, si intuisce immagine tenuemente iperdensa, nodulariforme, di 1 cm, da valutare/confermare con TC con mezzo di contrasto."

E' possibile avere almeno un'indicazione circa tale esito e sapere indicativamente di cosa si tratta? Ovviamente, mi recherò dal medico di famiglia e, nel caso, prenoterò la TC come indicato.

Ringrazio anticipatamente e porgo i miei più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Ventucci
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Gentile utente, come consigliato dallo stesso referto Tc conviene eseguire il prima possibile una tc con mezzo di contrasto per meglio valutare le caratteristiche della lesione. Con le poche informazioni fornite e senza la visione delle immagini non ci si può sbilanciare a dare informazioni mediche. Sicuramente una volta eseguita la tc la porti da uno specialista neurochirurgia che le fornirà una certa diagnosi e le indicazioni del caso.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno Dott. Ventucci,

intanto, La ringrazio moltissimo per il pronto riscontro. Aggiungo che mi sono recato presso il sostituto del medico di famiglia (in questo momento in ferie) e. alla lettura del referto, mi ha comunque abbastanza tranquillizzato, non rilevando estremi che possano riportare a qualcosa di grave. in ogni caso, al ritorno del medico di fiducia, provvederò a farmi prescrivere l'esame richiesto per un approfondimento in tal senso.
Preciso che , ad oggi, non ho alcuna sintomatologia e - per quanto possa servire od essere utile - gli esami del sangue effettuati con regolarità (sono donatore AVIS), non riportano od hanno mai riportato valori non conformi. A tal proposito chiedo: tali esami, potrebbero già rilevare qualche problema/patologia in corso? Inoltre: fosse qualcosa di preoccupante/grave, sarebbe riportato nel referto in modo così generico o vi sarebbero indicazioni più precise ed approfondite?

Ringrazio nuovamente e saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Enzo Ventucci
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Anche io credo non sia nulla di serio ma comunque non da trascurare . Purtroppo i comuni esami ematici non rilevano, almeno in fase iniziale, patologie di varia natura, a meno che non siano infiammatorie..
Tutto questo non per preoccuparla ma solo perché ho imparato che essere scrupolosi non guasta mai. Sicuramente il fatto che lei non abbia sintomi è un indice che il reperto descritto sia privo di significato patologico.
Appena possibile faccia il cosulto specialistico con la tc.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno,

La ringrazio nuovamente per il Suo cortesissimo riscontro; non appena il medico di famiglia sarà disponibile (15 giorni), provvederò a richiedere un consulto in merito con prescrizione dell'esame.
Una domanda: due anni fa, ho subito un intervento circa l'asportazione di un ependimoma mixopapillare lombare, perfettamente riuscito. Ciò che mi è stato riscontrato ora, potrebbe avere una certa "attinenza" con tale patologia o si tratta di due argomenti totalmente differenti?

Ringrazio di nuovo e saluto cordialmente.
[#5] dopo  
Dr. Enzo Ventucci
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Non credo ci sia attinenza...
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Gentili Dottori,

riporto referto pervenutomi dopo effettuazione di RM Encefalo senza e con mezzo di contrasto:

Quesito diagnostico: neoformazione parete laterale ventricolo sinistro

Indagine condotta prima e dopo somministrazione confrontata con la recente indagine TC eseguita in data 04/09/2015. L’esame conferma presenza di piccola formazione rotondeggiante a margini relativamente netti localizzata nel centro semiovale sinistro, in prossimità della parete del ventricolo laterale.
La formazione presenta segnale misto a bersaglio, prevalentemente ipointenso perifericamente con componente centrale disomogeneamente iperintensa.
Nella sequenza ad elevata suscettibilità magnetica si osserva ulteriore caduta dell’intensità di segnale in corrispondenza della formazione descritta per presenza di prodotti di degradazione ematica.
Nelle sequenze acquisite in condizioni basali non si ravvisano ulteriori significative alterazioni di segnale nel restante parenchima cerebrale nel infossa posteriore.
Dopo somministrazione di mezzo di contrasto l’enhancement della formazione è assai modesto o assente. Si rileva comparsa di strutture vascolari anomali che circondano la formazione con collettore venoso diretto ale vene ependimali.
Sistema ventricolare e spazi liquorali periferici normoconformati normodimensionati.
Conclusioni:
La formazione descritta è da riferire a malformazione vascolare mista con prevalente componente cavernosa e con componente capillaro-venosa circostante.

Preciso che il giorno 30/11, sosterrò la visita dal neurochirurgo ma, nel frattempo, avrei piacere ottenere un Vostro parere circa tale referto, in modo tale da avere almeno un ipotesi su ciò che mi dovrò aspettare.

RingraziandoVi, saluto cordialmente.