Utente 338XXX
egregi dottori, vorrei sottoporre alla vostra attenzione un problema apparentemente senza soluzione, per il quale il mio dottore di fiducia non ha saputo esprimersi. In poche parole, venerdi sera, decido farmi solo uno shampoo (non doccia). Così, rimanendo fuori vasca, mi piego porgendo mezzo busto in vasca ed inizio a sciacquarmi i capelli. Tuttavia, dopo averli insaponati, vado per lavarmeli, quando all'improvviso perdo coscienza per un secondo o meno, e sbatto di scroscio la testa all'interno della vasca. A seguito dell'impatto, riprendo coscenza ma rimango impossibilitato a muovermi per un paio di secondi circa. Mia madre nel frattempo, sente l'impatto e accorre immediatamente in bagno: mi trova inginocchiato con metà busto tutto proteso all'interno della vasca. Dopo pochi minuti decidiamo di andare in guardia medica. Secondo il dott. di turno probabilmente la perdita di coscienza è stata causata da una forte contrattura dei muscoli cervicali. E' arrivato a tale conclusione dopo che averne escluso altre (recente visita otorinolaringoiatra tutto ok, analisi sangue per sospetta crisi ipoglicemica per altri miei problemi tutto ok, visita cardiologica tutto ok -nonostante lieve insufficienza valvola mitralica e aortica, apparentemente bicuspide); a tal proposito quindi, mi ha consigliato una visita dal fisiatra e analisi del sangue.
Il mio dott. di fiducia invece, pur ammettendo l'eccezionalità dell'evento, non ha saputo dire a cosa fosse dovuto (si è ipotizzato caldo- ma quella sera era abbastanza fresco, meno di trenta gradi circa- e acqua troppo fredda -ma io bevo solo acqua a temperatura ambiente). Secondo voi, da cosa può essere dipeso?
[#1] dopo  
Dr. Salvatore Presicce
20% attività
4% attualità
0% socialità
MURO LECCESE (LE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2013
Buongiorno, la perdita di coscienza che lei ha avuto può essere stata causata da una sincope vaso-vagale , fenomeno di natura benigna che si manifesta con perdita di coscienza transitoria e con recupero completo e abbastanza rapido.
Le cause possono essere varie, come cambi posturali repentini o contatto con acqua fredda; ad esempio può succedere quando ci si alza dal letto bruscamente o quando ci si immerge nell'acqua di mare in inverno con l'acqua molto fredda.
E' comunque opportuno effettuare alcuni controlli clinici come esami ematochimici di routine + esami di funzionalità tiroidea, Elettrocardiogramma 24h(Holter), Ecocardiogramma, ed eventualmente altri esami che il suo medico le potrà consigliare.
Un consiglio che le posso dare è quello di evitare in futuro di fare lo shampoo in quella posizione e di farlo in piedi utilizzando acqua tiepida.