Utente 827XXX
Gent.mi Dottori,
circa un anno fa in occasione di una laringite con febbre ho assunto 2 pastiglie di Mesulid nelle 24 ore. Il mattino successivo guardandomi allo specchio ho notato un eritema non pruriginoso esteso al collo, petto, addome. Sospeso il farmaco l'eritema è scomparso in poche ore.
Qualche mese piu' tardi per una emicrenea ho assunto 1 sola pastiglia di Mesulid nelle 24 ore e non si è presentato alcun eritema.
A distanza di un anno circa stessa situazione con OKI, due bustine nelle 24 ore e comparsa di eritema non pruriginoso
Dopo qualche giorno 1 sola bustina di Oki e niente eritema.
A distanza di un paio di mesi ho dovuto assumere Zimox per ascesso dentale e dopo 3 pastiglie nelle 24 ore ho avuto comparsa di eritema sempre non pruriginoso scomparso in poche ore dopo sospensione farmaco.
Trovo curioso che lo stesso farmaco in dosi differenti mi dia o meno eritema nel giro di pochi giorni. Vorrei poter capire meglio da cosa potrebbe dipendere questa intermittenza in modo da potermi orientare verso gli accertamenti piu' utili.
Ho appena effettuato analisi del sangue complete con valori nella norma e non soffro di alcuna patologia particolare, ne assumo altri farmaci. Ringrazio per la gentile attenzione
Patrizia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
La presenza di un effetto soglia, sotto la quale non succede nulla e sopra la quale si ha la reazione avversa, e' frequente in medicina, e non deve meravigliare.

Quanto alle indagini, raramente sono conclusive - le reazioni avverse ai farmaci purtroppo non si spiegano, si constatano - e in ogni caso la contromisura clinica e' poi la stessa: evitare il farmaco che ha dato problemi e sostituirlo con un'altra molecola o con un'altra preparazione.

Una ipotesi che si puo' fare, davanti a reazioni identiche con molecole diverse, e' sospettare o una generica iperreattivita' cutanea oppure una intolleranza o una allergia non al principio attivo ma a uno degli eccipienti (confronti la composizione dei tre farmaci e veda se hanno qualche eccipiente in comune).





[#2] dopo  
Utente 827XXX

Iscritto dal 2008
Gnet.mo Dottore, la ringrazio per la risposta, ho confrontato i bugiardini e gli eccipienti in comune sembrano essere magnesio stereato e cellulosa microcristallina, comuni purtroppo a molti farmaci.

Grazie ancora, saluti Patrizia