Utente 372XXX
Salve, sono una ragazza di 18 anni e ho intenzione di fare un piccolo tatuaggio nero. Anni fa feci alcuni test per capire a cosa fosse dovuta la dermatite che ho sempre avuto fin da piccola, scoprendo di essere allergica al nickel solfato, al cobalto cloruro, al disperso blu e dispersi mix. Non so se queste allergie potrebbero causarmi problemi alla pelle dopo il tatuaggio. Non ho ancora parlato con nessun tatuatore, perché prima vorrei un parere di qualcuno competente in materia. Naturalmente informerò chi mi farà il tatuaggio delle mie allergie per poter usare un inchiostro privo di queste sostanze. Grazie anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Piero Recchia
24% attività
16% attualità
0% socialità
TRENTO (TN)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
L'allergia ai tatuaggi si puo' riscontrare in quelle persone che sono sensibilizzate in particolare ai metalli (nichel, cobalto, cromo, zinco) ed ai coloranti azoici ed antrachinonici. I coloranti cosiddetti "dispersi" dei tessuti sono coloranti che hanno una composizione chimica simile a quella dei coloranti usati per i tattoo. E' piu' facile essere allergici ai tatuaggi colorati (in particolare, rosso, giallo, bleu) che non al nero. Purtroppo le informazioni chimiche delle Ditte produttrici relative ai componenti usati per i tatuaggi sono piuttosto carenti:
per questo e' sempre difficile sapere con esattezza cosa contiene un determinato prodotto. Spesso i metalli sono presenti in piccolissime quantita', mentre possono essere presenti altre sostanze come conservanti ed antisettici a cui alcune persone possono essere allergiche. Nel suo caso sarei molto prudente visti i precedenti allergici. Sono stato insegnante presso la Scuola di Tatuaggio e Piecing della mia Provincia e conosco la materia. Per consolazione le posso dire comunque che le allergie al tatuaggio nero sono statisticamente poco frequenti.
[#2] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta tempestiva. Le riporto dati più precisi circa i test allergici che feci: cobalto cloruro + - -, nickel solfato + + +, disperso blu + -, dispersi mix + - -. Pensa che dovrei ripetere i test allergici? Mi assicura che le probabilità di sviluppare una reazione allergica all'inchiostro nero siano basse? E cosa mi consiglia di dire al tatuatore? Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Piero Recchia
24% attività
16% attualità
0% socialità
TRENTO (TN)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Se i test li ha fatti piu' di 5 anni fa, consiglierei di ripeterli. Comunque da quanto emerge dai test che ha fatto la sensibilizzazione ai coloranti e' piuttosto bassa.
E' importante che il tatuatore usi prodotti privi di nichel e cobalto, per quanto concerne il nero il rischio e' basso ma nel caso suo non puo' essere zero. Se ha 18 anni compiuti e' lei che si assume la responsabilita' del tatuaggio, ovviamente deve avvisare il tatuatore dei suoi precedenti allergici. Non farei inoltre il tatuaggio nelle zone dove in precedenza aveva avuto la dermatite.
[#4] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Ho consultato un tatuatore e mi ha assicurato che nell'inchiostro non è contenuto nichel, posso fidarmi o è improbabile?
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Piero Recchia
24% attività
16% attualità
0% socialità
TRENTO (TN)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Se lo faccia mettere per iscritto che il prodotto è privo di nichel.