Utente 805XXX
Gentile dottore,
io e mio marito stiamo provando ad avere un bambino ormai da 14 mesi ma ancora senza risultati.
Abbiamo quindi deciso di sottoporci entrambi a controlli.
Le riporto lo spermiogramma di mio marito:

ph 7.7 (val.normali) 7.2-8
spermatozoi 48.000.0000 (val.norm >20.000.000)
motilità rapidamente progressiva (A): dopo 1 ora:12% dopo 2 ore:15% dopo 3 ore 10%
motilità debolmente progressiva (B): dopo 1 ora:18% dopo 2 ore:20% dopo 3 ore 15%
motilità in situ e non progressiva (c): dopo 1 ora:34% dopo 2 ore:32% dopo 3 ore 36%
spermatozoi immobili: dopo 1 ora:36% dopo 2 ore:33% dopo 3 ore 39%

sermatozoi con motilità A+B....14.400.000 (VAL NORM 10.000.000)

spermatozoi normali 22% (val. norm >30%)
spermatozoi abnormi 78%
spermatozoi vitali 80%
non vitali 20%

conclusioni astenozoospermia media
teratozoospermia lieve

Lei ritiene che siamo in grado di concepire naturalmente o che è necessario sottoporci a qualche tecnica di fecondazione assistita?.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,il periodo trascorso in attesa della gravidanza giustifica le preoccupazioni e confermano la valenza delle alterazioni qualitative dello spermiogramma.In quest'ottica un attento controllo andrologico per Suo marito si impone in quanto ritengo che,in prima istanza,i figli vadano cercati naturalmente.Ho la sensazione che l'unica figura medica coinvolta sia quella del ginecologo e,quindi,la strada per la fecodazione assistita...e' segnata.
In ultima analisi,comunque,anche nella PMA la figura dell'andrologo,e,quindi,del maschio,e' centrale...Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore,
la ringrazio per la tempestiva risposta.
Le cofermo i suoi sospetti, mio marito non è stato ancora da nessun andrologo.
Questo per pura casualità.
L'esame che lei ha avuto occasione di vedere è stato infatti elaborato da un lab di analisi di una clinica che si occupa di pma.
Casualmente è stato preso in visione da un mio carissimo amico ginecologo che ci ha detto di non preoccuparci più di tanto, che gli esami non erano poi così catastrofici,anzi, li ha definiti "nella norma" (probabilmente perchè la sua esperienza lo aveva messo in contatto con situazioni peggiori) e di lasciar trascorrere un altro anno prima della pma.
Lei ritiene che lasciar trascorrere un altro anno sia eccessivo?.
Il cattivo esito dell'esame può fare supporre la presenza di un problema come varicocele o simili o può anche non esserci alcun problema ?.
In tutta sincerità le confesso che ogni mese la scoperta di un nuovo fallimento comincia a diventare un peso insostenibile.
La ringrazio nuovamente