Utente 249XXX
Buonasera.
Sono un ragazzo di 23 anni che da un paio di mesi manifesta una pressione che si attesta quasi sempre sui 70/140 ( addirittua una sola volta è arrivata anche a 150). Su quella minima non ci sono mai problemi perché raramente è arrivata fino ad un limite di 80, però trovo quella massima un po' alta. Il mio medico di famiglia dice chè è alta( addirittura vuole farmi fare la visita cardiologica), il mio farmacista dice di no, la guardia medica idem: sono un po' confuso perché ho riscontraro pareri discordanti. Volevo chiedere il vostro parere sulla mia situazione e porvi una serie di domande.
Qual è il metodo più indicativo per misurare la pressione, quella da braccio o elettronica?
E' possibile che la pressione massima può dipendere anche dall'agitazione del momento?
Secondo voi è così alta da sottopormi addirittura a visita cardiologica?
Perché tutti i medici che ho sentito hanno pareri discordanti circa la mia pressione? L'ho sempre misura al mattino o al tardo pomeriggio ( non so se ciò possa influire)
Grazie in anticipo

Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Una certa variabilità delle pressione (soprattutto sistolica) è normale sia nell' arco della giornata sia in risposta a stimoli emotivi (l' ansia la fa aumentare).

Comunque un valore massimo di 140 non è preoccupante.

Gli apparecchi elettronici attuali sono in genere affidabili, se di marca e usati correttamente. Un errore in cui si può incorrere è quello di usare un bracciale non adeguato: se è troppo corto può misurare dei valori falsamente elevati

Le allego i consigli della Società Italiana per l' Ipertensione riguardo a come misurarla.

http://siia.it/la-pressione-arteriosa/

Però ricordi che, in caso di ipertensione la prima cosa da fare è intervenire con le norme igieniche e dietetiche: ridurre il sale nella dieta (soprattutto se tende a eccedere), e soprattutto fare attività fisica aerobica costante.
[#2] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012

Si, in effetti tendo a mangiare più salato ( non tantissimo, ma un pochino di più rispetto ai miei genitori).

La ringrazio per aver risposto.