acqua  
 
Utente 385XXX
Gentili esperti,
Ho avuto già modo di apprezzare il modus di questo spazio al fine di avere informazioni ( ho salvato articoli ) e vorrei chiedere in merito al fenomeno tipo raynaud. Dico 'tipo' poiché il vasospasmo è lo stesso ma non mi è stato poi diagnosticata tale sindrome, quindi se qualcuno ne ha conoscenza lo ringrazio.
Ovvero : anni fa ebbi il primo fenomeno ad un dito della mano che divenne bianco, freddo e poi blu e con dolore, per una mezz'ora circa in tutto; si pensava alla possibile cosiddetta sindrome di Raynaud.
In seguito ad altri episodi, mi sembra, e su consiglio del medico curante andai da uno specialista angiologo e chirurgo cardiovascolare che mi fece la visita e l'ecocolordoppler un po' ovunque, collo, soprattutto arti superiori ovviamente, inferiori ecc . Tutto perfetto. Andai poi anche a fare la capillaroscopia al San Camillo a Roma, risultate nella norma, anzi nella mano sinistra in cui si verificarono i fenomeni la circolazione era addirittura sopra la norma e rispetto alla mano destra. In breve non mi diagnosticarono nessuna sindrome e problema.
L'angiologo che mi fece l'ecodoppler mi ha insegnato a mettere le mani sotto l'acqua calda, o presso una fonte comunque di calore ( aria ecc) poiché il fenomeno avviene con l'abbassamento della temperatura esterna, a portare i guanti in inverno e a massaggiare le dita. ( non seguo molto ora questo iter poiché non sempre ho questi fenomeni, e ho notato che comunque avvengono se sono più 'stressata ' psicofisicamente) . Il fenomeno si presenta ormai solo con dita bianche e poi rosse per pochissimi minuti.
Riporto anche che ho effettuato visita cardiologica ( tra l'altro recentemente, un anno fa), di controllo, presso il cardiologo con visita molto accurata e vari esami , ECG , ecocardiogramma ...tutto assolutamente nella norma.
Ora, nel tempo il 'sintomo' lo vedo immutato, anche se si estende alle altre dita ( raramente l'altra mano), e colpisce o parte sempre prevalentemente dal dito in cui insorse ( anulare sinistro). La richiesta di informazioni riguarda appunto il fatto del fenomeno in assenza di patologie, e chiedo se la mia ipotesi possa avere un senso, ossia : questo fenomeno di spasmi ai vasi della circolazione periferica è iniziato solo in seguito ( anche se mesi dopo mi sembra ) ad un trauma a quel dito , per cui ebbi anche un'infezione estesa. . Può essere quindi una sorta di 'esito cicatriziale '?
Non ho trovato , forse per mio errore , la sezione 'angiologia' o simili, se non va bene questa sezione potete aiutarmi a spostare il quesito?
Faccio regolare attività come lunghe camminate in natura, anche a passo svelto.
Ringrazio anticipatamente .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
Credo proprio che lei stia descrivendo un fenomeno di Raynaud primitivo, avendo abbondantemente escluso cause secondarie.
I traumi possono slatentizzare la predisposizione e perciò la sua ipotesi non è campata in aria.
Eviti tutti i fattori scatenanti, protegga le msni con spessi guanti di lana in inverno e immerga l'estremità colpita in acqua calda come suggerito (40/42 gradi).
Esiste una terapia farmacologica del disturbo se diventi frequente o invalidante.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dr. Vincenzo Caldarola,
la ringrazio ! Farò così, per cercare di limitarlo e di non assumere farmaci in assenza di patologia.
Ora so che si può avere questo fenomeno sine causa organica e sindrome annessa. Giusto definirlo quindi comunque un vasospasmo? Pensa che il fenomeno resti così nel tempo in virtù anche del possibile 'esito 'del trauma ? O in genere potrebbe scomparire da sua esperienza? ( Ormai sono anni che ce l'ho ).
Ne approfitto per chiederle una cosa : l'attività fisica auspicabile per un cuore sano e la circolazione si ritiene possa essere quella che svolgo ? Ovvero lunghe camminate anche di km e spesso a passo svelto , in campagna? Non sono per sforzi eroici al chiuso di palestre. Mi sono sempre trovata bene e 'allenata' :)
( sono una donna di 36 anni).
Ancora grazie, buona serata,
Robi

[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
In primis mi scuso con lei per essermi espresso al maschile.
Purtroppo è difficile che il Fenomeno di Raynaud guarisca.
Può mostrare delle "oscillazioni" di intensità ma non scompare.
Bisogna viverci insieme. ..

In quanto alla attività fisica che lei svolge è quella che fa bene al cuore e che si può definire attività fisica stricro sensu!
La palestra e gli esercizi con quelle macchine da Santa inquisizione medioevale, non fanno bene al cuore più sano!
Beata lei che può passeggiare: non le nascondo tutta l'invidia che provo!
:-)
Cari saluti.
[#4] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo Dr. Vincenzo Caldarola,
ed io non le nascondo che ho tanto sorriso, e che ho sottolineato sesso ed età per l'attività fisica consigliabile, mi scusi Lei, e mi permetto di dirLe che è simpaticissimo ! :)
E' in effetti tipico della cultura eroica ed egoica chiudersi in scatole artificiali ,verso cui recarsi rigorosamente in macchina, e compiere sforzi titanici gonfiando i muscoli . Giuro che Le rubo la definizione 'macchine da Santa inquisizione', troppo bella ! :D
Allora ottimo, cammino e...Grazie!!!!
Buone cose, a presto :)
[#5] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Dr. Caldarola,
Mi è venuto in mente che ho omesso di chiederle una cosa, così se vuole quando passa mi darà il suo parere, la ringrazio: - gli specialisti , mi sembra, non mi avevano detto null'altro come lei al tempo, una volta escluse patologie di tipo circolatorio e comunque la sindrome annessa, ma il medico internista a cui mi rivolsi per la prima volta mi disse che secondo lui poteva esserci una patologia di tipo autoimmune e che avrei dovuto fare gli esami del caso ( mai fatti, non mi sembra di osservare sintomi relativi e sono un po' più 'spiccia ' :D , non amo perdermi nei meandri di diagnosi ed esami ), e mi suggerì una terapia di tipo omeopatico ( mai fatta). Lei che ne pensa ?
Saluti :)
[#6] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dr Caldarola, è possibile farle una domanda di 'medicina interna'? Ho visto che risponde anche a queste.
È su di una banalità , intanto gliela scrivo, così se è possibile mi risponderà, la ringrazio anticipatamente.
Gli occhi gonfi al risveglio, ma anche a volte durante le mestruazioni, a cosa potrei attribuirili? Il gonfiore riguarda tutta la zona perioculare e sembra proprio da 'ritenzione di liquidi'.
Non mi era mai capitato , anche se un po' capita a tutti, solo che da un paio di mesi mi succede ed è esteso.
Ho fatto l'esame del sangue due giorni fa così per fare un controllo, visto che era tanto, anche perché presento ultimamente astenia e sonnolenza ( nonostante a me siano sempre bastate 6 ore di sonno ), che ho messo in relazione al periodo stressante. ( anche perché quando cammino un'oretta non mi stanco e non sono astenica). Non c'è alcun valore fuori norma, ho fatto controllare appositamente anche gli elettroliti e sono a posto. ( se vuole le trascrivo)
Manca la tiroide ma avevo già visto, compresa eco, solo che anni fa. Il medico mi disse di 'stanchezza oculare', e stress per l'astenia, poi non gli ho chiesto più. Grazie!

[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
La ritenzione idrica non si valuta con l'accentuazione delle borse sotto gli occhi.
La ritenzione idrica si valuta pesandosi e verificando che, nonostante una dieta consueta, e la solita attività gionaliera, si prende peso. Il gonfiore mattutino del tessuto perioculare può dipendere dalla posizione sdraiata durante la notte che tende a spostare i liquidi verso l'alto e per un fatto genetico - anagrafico questi restano intrappolati nei tessuti peri - oculari.
Se fosse stato un fattore ormonale il sintomo si sarebbe presentato solo durante le mestruazioni o prima e non sempre.
A meno che lei non assuma un estro - progestinico e quindi non abbia le mestruazioni ma una emorragia da sospensione quando non prende le compresse dal 22simo giorno.
Gli estro - progestinici possono causare ritenzione idrica lieve: ma come rilevarla gliel'ho spiegato.
La deve tranquillizzare la normalità degli esami di sangue che spero includano creatinina, azotemia, elettroliti e albumina e una P.A. normale.
Il resto, (la stanchezza oculare) sono vecchi clichè che ancora resistono.
Faccia sapere se vuole.
Saluti,
Dott. Caldarola.

[#8] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Salve. Si un pochino di ritenzione ce l'ho, aumento di peso che non mi spiegavo in poco tempo. ( ma peso comunque nella norma , adesso di media 55 , ma in poco sono arrivata a 57 in questi giorni) . Sto controllando di bere acqua 2 l al giorno, ma bevo in genere . Cammino e sono in campagna , per cui non saprei cosa modificare. Il gonfiore mai avuto in via mia al risveglio. Non ce l'ho sempre così esteso e si accentua col fattore ormonale , mestruazione-ovulazione, ma non è prettamente legato ad esso. Esami si, creatinina (0,90) e il resto compreso, elettroliti ecc. Tutto ok. PA da sempre tendenzialmente bassa, comunque buona 70,75 -100-105. Il gonfiore agli occhi mai avuto in vita mia. Età 37 anni. Si sono tranquilla ma non capisco.
[#9] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
'Da ritenzione di liquidi', mi scusi, prima nel consulto della domanda volevo intendere edema, che è accumulo di liquidi, che non sono cioè borse , grasso. Comunque ho ritenzione ultimamente :)
Altra cosa no, non prendo pillola e nessun farmaco
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Signora,
si pesi al mattino appena levata e prima di colazione e annoti il peso su un diario.
Faccia lo stesso la sera prima di coricarsi.
Il tutto per una settimana.
Poi mi posta i valori: così vediamo se davvero ha ritenzione idrica (o di liquidi che è la stessa cosa).
Beva almeno due litri e mezzo di acqua durante la giornata, cammini molto perchè fa bene al cuore, mangi scipito e vedrà che migliorerà.
Ha una pressione invidiabile.
Il diuretico per il momento non glielo do, malgrado la richiesta subliminare sia quella.
:-)
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#11] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille, va benissimo, faccio tutto così e le riporto .
Al diuretico non ci avrei pensato ma mi colpisce la sua affermazione, in quanto inconsciamente starò in effetti pensando alla mia 'forma ' attuale.
Buona settimana a Lei, dunque.
[#12] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ricambio.
Vincenzo Caldarola.
[#13] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dr Vincenzo Caldarola,
ho fatto la prova da lei suggerita e il risultato è che la sera di media ho riscontrato un aumento di peso di mezzo kg, 700-800 gr. Quindi?
In più ho aumentato il consumo d'acqua , praticamente ridotto a quasi niente il sale, uso sempre le erbe aromatiche che coltivo ( completamente non posso per via dell'assunzione di iodio che qui non c'è ), cammino ( ma l'ho sempre fatto molto, tuttavia in questi mesi meno) . Sono già più sgonfia ( il peso però è pressoché uguale, diminuito solo di quasi un kg, nessuna dieta ); ed il fenomeno agli occhi l'ho notato soprattutto con queste mestruazioni, al termine delle quali si è verificato meno.
[#14] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Un aumento di mezzo Kg alla sera è fisiologico, se considera che ha fatto due o tre pasti.
lei è sana.
Se ne faccia una ragione.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#15] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Si, cercherò di sopravvivere all'idea :D
Ma, perché chi mai aveva supposto il contrario ? Volevo sapere solo di questo banale fenomeno, ma non è importante, fa niente.
Lungi da me la mania di patologizzare tutto che affligge la nostra società, anzi...
Le rinnovo saluti e stima.
[#16] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Mah sa, ogni tanto è bello fare una battuta a cui lei ha risposto con una simpatica battuta salace.
0-1 per lei
:-)
Sono contento di leggere le sue parole: le malattie ci sono, più o meno gravi, ma bisogna andare per gradi e non fare come ormai la gente fa: pensare subito al peggio.
Complice l'uso sconsiderato e inappropriato di Internet e dei media.
La ringrazio per la stima, che so essere sincera, e le auguro un'ottima giornata!
Vincenzo Caldarola.
[#17] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
No, siamo pari, 1-1! :-) Infatti la mia stima è dovuta anche a questo oltre che alla preparazione ed intuito, così penso; leggerla fa bene anche allo spirito, è divertente :-)
La patologizzazione è dovuta anche ad una scarsa conoscenza sociale dell'Anima, o psiche, e dei suoi fenomeni, che si 'convertono' sul corpo, tipica visione materialistica di cui siamo affetti . ( Mi scusi la digressione psicanalitica)
Per internet , infatti, citiamo: 'ho cercato i miei sintomi su google e sono morto l'anno scorso'. :D




[#18] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Senta, non so se avrà piacere di rispondermi lei, io ne avrei, o in caso contrario io debba aprire un consulto in oculistica, non vorrei intasare le nuove richieste. È un'altra 'curiosità ' informativa, in quanto mi è capitato un consulto di questo sito condiviso su Facebook in cui si risponde che il pc non provochi danni agli occhi se non il favorire una sorta di difetto di accomodazione, inerente ai muscoli oculari. L'utente lamentava il veder appannato da lontano dopo l'aver passato ora davanti allo schermo. Cosa che ho avuto modo di constatare io stessa per qualche momento dopo aver letto PDF con l'iPad. Ma non esistono infatti dei danni da luce blu? Che agiscono persino sul ritmo sonno veglia, oltre che favorire l'insorgere di patologie oculari? Come può una cosa innaturale non aver effetti? Fosse anche solo la distanza ravvicinata per ore, non è conseguenza veder poi appannato per un po' guardando lontano ?
Altra curiosità : le miodesopsie sono funzionali? Aumentare l'idratazione serve?
Mi dica lei come fare, eventualmente, per spostare la richiesta senza aprirne una nuova, non so se si possa , non vorrei tenerla incollata allo schermo per rispondere a tutte le miei riflessioni.
In ogni caso approfitto per salutarla.
[#19] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
stare davanti al computer per ore, con i nuovi schermi LCD, provoca solo stanchezza oculare.
Per questo la legge prescrive che negli ambienti di lavoro ogni 20 minuti si debba "staccare" la vista dal monitor.
Al momento non c'è alcun lavoro scientifico che avalli le sue teorie.
Certo stare 12 ore "appicicato" ad uno schermo non è salutare nè per gli occhi nè per la mente.
Est modus in rebus, cara signora.
Le miodesopsie in genere sono legate ad un invecchiamento delle fibrille vitreali che si agglomerano.
Bere molto fa bene a tutto quindi anche al vitreo. Ma il problema non viene risolto.
Io ho miodesopsie dall'età di 20 anni, se la consola.
La comparsa improvvisa di miodesopsie invece merita attenzione e una visita oculistica perchè può essere prodromica di distacco di retina.
Non posso dilungarmi oltre perchè siamo in cardiologia.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#20] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Grazie, mi ha fatto piacere avere ancora un suo parere!
Eppure , oltre ad aver espresso certamente solo una mia riflessione 'a logica', mi ricordavo di aver letto un lavoro in merito, ma posso sbagliarmi a ricordare. Leggo troppo, infatti :D
Se lo dovessi trovare però glielo riporto, mi è venuto il dubbio.
Ancora saluti.

[#21] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Grazie, li ricambio.
Dott. Caldarola.
[#22] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Eh ma così 'ha vinto il banco' :D
Io il lavoro l'avevo riportato, ma è stato cancellato...
Ad maiora.
[#23] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Tibi etiam!
Vale!
Dott. Vincenzo Caldarola