Utente 612XXX
Salve gentili dottori,

volevo avere delle delucidazioni riguardo al seguente problema.
Sono stato operato (24 aprile) per un carcinoma alla lingua (T1) con svuotamento dei linfonodi (N1 senza rottura capsula) I-III livello.
Una settimana dopo l'operazione mi hanno tolto la fasciatura dal collo e subito mi si è gonfiata la parte operata.Prima di dimettermi dall'ospedale mi hanno fatto fare 2 ecografie.

LA PRIMA ECOGRAFIA DICEVA COSI:
In relazione al quesito clinico,a livello della loggia laterocervicale dx è presente un marcato ispessimento dei tessuti molli,in particolare del sottocutaneo,con aspetti compatibili con vasta raccolta ematica largamente organizzata nella sede dell'exeri chirurgica delle stazioni linfonodali locoregionali.Il drenaggio si apprezza in posizione lievemente profonda rispetto al punto massimo di spessore della raccolta;attorno a questo peraltro non si evidenzia una significativa componente fluida.Esiti di ablazione delle ghiandole salivari di dx.Si consiglia a complemento valutazione TC dei margini di estensione della tumefazione delle parti molli e della reale entità della componente ematica fluida.

DECIDONO DI TENERMI SOTTO OSSERVAZIONE PER QUESTO EDEMA E DOPO UNA SETTIMANA MI FANNO UNA SECONDA ECOGRAFIA:
A LIVELLO 2/3 SUPERIORI DELLA REGIONE LATERO-CERVICALE DX,MEDIALMENTE AI FASCI DEL M.STERNO-CLEIDOMASTOIDEO,E' PRESENTE UN'AMPIA RACCOLTA EMATICA OVALARE,DEI DIAMETRI DI MM.62X18 E DELL'ESTENSIONE LONGITUDINALE DI CIRCA MM.80,A STRUTTURA DISOMOGENEA,DI TIPO PREVALENTEMENTE ORGANIZZATO,CON LIMITATA COMPONENTE LIQUIDA A SEDE CAUDALE E PICCOLI DEPOSITI DI SALI DI CALCIO.
IL TESSUTO SOTTOCUTANEO E' DIFFUSAMENTE ISPESSITO PER INFARCIMENTO SIERO-EMATICO.
LIMITATA SOFFUSIONE EMATICA E' APPREZZABILE ANCHE TRA I FASCI MUSCOLARI.
ESITI DI ASPORTAZIONE CHIRURGICA DELLA GHIANDOLA SOTTO-MANDIBOLARE DX.
LA PAROTIDE DX,MODERAMENTE AUMENTATA DI DIMENSIONI,MOSTRA ASPETTO MARCATO DELLA TRAMA VASCOLARE,CON PRESENZA DI LINFONODI INTRA-PARENCHIMALI MODERAMENTE AUMENTATI DI DIMENSIONI (MM.10).
ALCUNI LINFONODI FLOGISTICI DI CIRCA MM.10 SI APPREZZANO IN SEDE LATERO-CERVICALE SX.
TIROIDE REGOLARE.

Decidono di dimettermi e il dottore che mi ha operato mi dice che può darsi che si sia staccato qualche punto interno e che questo edema si riassorbirà da solo.
Dopo circa 2 mesi faccio una RM MASSICIO FACCIALE/COLLO CON M.D.C. per controllo...nel frattempo l'edema si è notelvolmente sgonfiato anche se sempre molto duro...l'esito della RM per quanto riguarda l'edema dice:
Si osservano inoltre esiti di recente intervento a sede laterocervicale superiore e media.Anche in questa sede si rileva tessuto con segnale alterato e tenue diffusa impregnazione contrastografica riferibile verosimilmente ad edema e tessuto di granulazione.
Non si rilevano immagini francamente nodulari in dette sedi per quanto è dato valutare dati im recenti esiti chirurgici.

L'ULTIMA ECOGRAFIA (21-08-08) DI CONTROLLO DICE COSI:
Confermando il quadro di sostanziale normalità della tiroide (minima disomogenità strutturale pseudonodulare al polo inferiore del lobo dx) e delle ghiandole parotidi e della sottomandibolare di sx,mentre la sottomandibolare dx risulta assai disomodenea,ipoecogena in un quadro perdurante flogosi post-chirurgica.
Lo studio delle stazione linfoghiandolari laterocervicali e sovraclaveari ha dato esito negativo.In particolare si è riscontrata una povertà delle stazione linfoghiandolari di dx,in esito di linfoadenomectomia.I linfonodi presenti controlateralmente non appalesano caratteristiche patologiche.


IL DOTTORE LEGGENDO QUEST'ULTIMO MI HA DETTO CHE è TUTTO OK E CHE LA SOTTOMANDIBOLARE DI DX IL RADIOLOGO NON LA VEDE PERCHè NON C'è PIù.

LA MIA DOMANDA "FINALMENTE" è:

-L'EDEMA ORA è DIVENTATO MOLTO PICCOLO E SEMPRE DURO PERò NON VUOLE ANDARE VIA DEL TUTTO...POSSO FARE QUALCOSA?ANDRà VIA?

GRAZIE
LORENZO


Valuta ospedale

[#1] dopo  
61003

Cancellato nel 2009
premesso che è molto diffcile esprimere un parere attendibile solo su un referto ecografico, senza vedere le immagini (e a volte anche potendo osservare le immagini poichè l'ecogrfia è un esame assai operatore-dipendente),in base al regùferto del 21 agosto, parrebbe capire che la raccolta fluida non sia più presente mentre si apprezzerebbe un quadro di tipo flogisticoa carico della ghiandola sottomandibolare dx. E' verosimile che ci sia stata una raccolta tipo emtoma post chirurgica (evento frequente ) che ora appare regredito in gran parte,potrebbe residuare una modesta infiltrazione in seno ai tessuti molli del collo che dovrebbe ulteriormente regredire nel tempo. Appare utile un nuovo controllo ecografico fra 20-30 giorni che potrebbe confermare se persiste in seno ai tessuti molli qualche residuo della pregressa raccolta postchirurgica.
Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 612XXX

Iscritto dal 2008
Gentili Dottore/i,

ho effettuato una nuova ecografia,volevo avere anche un vostro parere:

NEI CONFRONTI DEL'ULTIMO CONTROLLO ECOGRAFICO A LIVELLO DELLA LOGGIA LATEROCERVICALE DX NON SI EVIDENZIANO ASPETTI PATOLOGICI CORRELABILI ALLA MALATTIA.
IN PARTICOLARE,IN ESITI DI SVUOTAMENTO LINFATICO LOCOREGIONALE PER ETP DEL BORDO LINGUALE,SI EVIDENZIA UN NUMERO ESIGUO DI PICCOLE LINFOGHIANDOLE ISOLATE,CON CARATTERI REATTIVI E DIMENSIONI SUBCENTRIMETRICHE.
TESSUTO STROMALE,IN FASE DI CICATRIZZAZIONE,QUASI DEL TUTTO AVASCOLARE,E' PRESENTE A LIVELLO DELLA LOGGIA SOTTOMANDIBOLARE DI DX,IN ESITI DI EXERESI DELLA GHIANDOLA.
LA PAROTIDE DI DX E' DISOMOGENEA,CON SEGNI DI ATTIVAZIONE LINFATICA NEL CONTESTO.REGOLARE IL SISTEMA DUTTALE E LE GH. SALIVARI CONTROLATERALI.
TIROIDE SIMMETRICA,AD ECOSTRUTTURA OMOGENEA.
MINIMA IPOTROFIA DEL VENTRE MUSCOLARE DELLO SCM DX NEI CONFRONTI DEL CONTROLATERALE (mm18.5 vs 22).ASPETTO ANALOGO DELLA PARETE MUSCOLARE ANTERIORE IN SEDE IMMEDIATAMENTE SUB-CLAVEARE.NON ALTRI REPERTI DI RILIEVO.


VOLEVO AVERE UN PARERE SOPRATTUTTO DEL DISCORSO DEL "TESSUTO STROMALE..." VISTO CHE DA QUELLA PARTE IL COLLO è SEMPRE UN Pò DURO E SEMPRE CON UN MINIMO DI GONFIORE...HO DOMANDATO ALLA DOTTORESSA SE ANDRà VIA E MI HA RISPOSTO UN Pò IN MANIERA NEGATIVA...

GRAZIE