Utente 389XXX
Buona sera gentili dottori.sono alcuni giorni,direi una ventina,che ho strane sensazioni per quanto riguarda il mio battito.sono un tipo piuttosto ansioso e sono stato in cura con benzodiazepine per non molto ma vorrei capire che succede.in realtà sento il ritmo del mio cuore variare improvvisamente a seconda di azioni e posizioni che assumo.in particolare quando mi sdraio a letto o nel semplice stiracchiarmi sento il mio battito rallentare di colpo ed essere molto forte,quasi uscisse dal petto.viceversa appena mi alzo il mio battito per un pò è accelerato e mi sento subito stanco.in piu durante la giornata sembro come avere respiro pesante e un peso al petto.il mio dottore dice,anche considerato il fatto che non molto tempo fa ho fatto diversi esami,da ecg a riposo a eco a rx torace e ancor prima ecg da sforzo,che è tutto riferito alla mia ansia e se proprio si vuole fare un ulteriore esame capire se può esserci un problema del nervo vago visto che mi ha trovato i muscoli del collo(effettivamente da un po è cosi)molto induriti e potrebbe esserci qualcosa alla cervicale.io onestamente sono molto preoccupato ma ho fatto 1000 esami,anche del sangue,tutto ok e non so che pensare.qual è il vostro parere?grazie mille

Saluti cordiali

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
io penso sinceramente che abbia bisogno di un buon psichiatra
non è un sottovalutare i suoi sintomi
ma dare loro un nome : ansia generalizzata
saluti
cecchini
[#2] dopo  
Utente 389XXX

Iscritto dal 2015
la ringrazio molto dottore per la sua attenzione.effettivamente sono sempre un tipo ansioso.il fatto è che ad oggi anche durante la giornata mi sento sempre stanco a ogni sforzo e il mio battito normale rimane sempre attorno ai 90 e questo mi mette agitazione.ma il fatto che io senta cosi il cuore cosi forte e rallentare o velocizzarsi in maniera marcata non può avere alcuna rilevanza con l'ipotesi di un interessamento del nervo vago(secondaria a quella d'ansia)fatta dal mio dottore?anche questa è solo una mia sensazione dovuta all'essere agitato?so che lei non sottovaluta,si figuri,anzi ansia generalizzata non è cosa da poco,significa che la stessa si è impossessata del mio quotidiano,ma solo per capire meglio.la ringrazio molto per la sua attenzione.

Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
ma lasci perdere il nervo vago
arrivederci