Utente 332XXX
Salve il 26 Luglio ho avuto un incidente all'alluce subito portato al pronto soccorso questo l'esito della radiografia: Frattura pluririmata della base della falange distale del I° dito con interessamento della superficie articolare.Mi hanno fasciato il dito unendolo all'altro dito sano. Ora vi chiedo è passato un mese ma ancora la situazione non è cambiata purtroppo non riesco a a camminare correttamente non riesco a premere la frizione dell'auto che sento un dolore al dito.Come mai tempi cosi lunghi?? Leggendo il referto è stato giusto non ingessarlo o non operarlo??
Grazie in anticipo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

la causa del suo dolore è, da un lato il breve tempo trascorso, ma soprattutto il fatto che si tratta di una "frattura articolare", che cioè coinvolge l'articolazione.

Sono fratture che spesso danno disturbi anche a distanza, potendo creare anche un'artrosi post-traumatica, a meno che il profilo dell'articolazione non si ricostruisce in modo perfetto.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Dottore per la solerte risposta, volevo chiedergli se devo tenere ancora il bendaggio nel dito o conviene lasciarlo libero di muoversi? Ancora il dito e gonfio e rosso.

Buona giornata.
[#3] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2007
Ho ritirato la radiografia di controllo dopo i fatidici 30 questo l'esito : Esiti di frattura consolidata della falange distale del primo dito. Ridotta l'ampiezza interarticolare interfalangea. Regolare densità calcica e rapporti articolari. Ora Vi chiedo sembra confortante l'esito, però ho ancora dolori nel camminare e nel mettere le scarpe chiuse, come mai è normale tutto ciò??, forse necessito della fisioterapia?? Tolgo il bendaggio?? Penso non abbia più senso. HELP

Saluti
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La frattura è consolidata, ma non in modo perfetto, tipico delle fratture articolari scomposte.

Avrà dolore alla deambulazione per qualche settimana, per poi vederlo scomparire gradualmente.

Con gli anni, però, inizieranno i dolori dovuti al processo artrosico che inevitabilmente comparirà.
[#5] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2007
Buonasera Dott.

Purtroppo la mia odissea non ha fine questo dito non vuole proprio guarire, a settembre ho provato a fare fisioterapia manuale mi piegava il fisioterapista il dito con forza mi diceva che per sbloccare l'articolazione diventata rigida bisognava fare cosi, sono stati però più i disturbi che i benefici e dopo 5 sedute ho abbandonato vedendomi il dito sempre più gonfio e dolente,il dolore si trova sotto l'alluce e sopra dove vi è una gobbetta dolorosa, e gonfio fino al metatarso adesso,il dito è sempre gonfio e violaceo alle volte caldo al tatto,per fargli prendere un colorito quasi normale lo devo tenere alzato per un po, la cosa che più mi angoscia e mettere delle scarpe chiuse è una croce dolore pungente sopra e sotto il dito con grossi problemi lavorativi. .

Il mio medico curante mi ha consigliato di non farmi più toccare.... il dito, ed iniziare della fisioterapia con macchinari ( Tecar, laser alta potenza, criopressoterapia ecc.)

Cosa mi consigliate di fare,credetemi non vorrei essere esagerato ma sono troppo angosciato, vorrei condurre una vita normale lavorare in tranquillità uscire non per forza con delle scarpe aperte (siamo a metà ottobre) , fare del ciclismo lo sport che più amo,ma tutto ciò ormai da 2 mesi e mezzo e impossibile farlo.Vorrei condurre una vita "normale"!!!!

Grazie in anticipo per la risposta.




[#6] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
I dolori dovrebbero rientrare lentamente con il tempo.

Le terapie suggerite potrebbero aiutare in tal senso.

Non posso dire di più, non conoscendo i dettagli del tipo di frattura e della successiva guarigione.