Utente 389XXX
Buongiorno,2 mesi fa circa ho subito un infortunio a lavorare che il pronto ha refertato blocco lombosacrale,di cui l, inail non mi ha riconosciuto.Ho continuato ad aver male e il mio medico mi ha prescritto un rx bacino risultato-coxa vara sx con alterazione morfologica del collo che appare ipoplasico rispetto al laterale ed è sede di frattura.modesta coxartrosi controlaterale.Bacino normoconforme. L,ortopedico, che nel frattempo ho contattato, ha fatto la tc bacino dove dice- presenza di rima di ipertrasparenza in corrispondenza del collo femorale sx circondata da addensamento osteosclerotico in esiti di frattura non recente parzialmente consolidata ed evoluta in pseudoartrosi, con varismo del collo femorale.Adesso mi ha prescritto divieto di carico, magnetoterapia,ed ordinata una risonanza,x decidere il da farsi.Premetto che io non ho mai subito alcun trauma diretto,quindi hanno attribuito ad una frattura da stress causata da microtraumi avvenuti nel tempo.Vi chiedo gentilmente è possibile che io in tutto il tempo non ho mai accusato dolore,l,unico dolore che ho sempre accusato dietro il gluteo irradiato fino al piede,che il medico ha sempre curato come lombosciatalgia.Puo essere attribuito al mio lavoro.Sono un operaia metalmeccanica tiru su e giu tubi pesanti ed ingrombanti, e nei ultimi 6 mesi ho fatto 10 ore al giorno,x un aumento di lavoro.Il ritmo di lavoro è aumentato avendo ritmi frenetici e costringendomi a lavorare in posture sbagliate puo avermi causato la frattura da stress potrebbe essere malattia professionale x sovracarico arti inferiori e microtraumi ripetuti.Grazie delle risposte

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Nicola Fredella
24% attività
4% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
Il dolore riferito al gluteo fino al piede non può essere attribuito ad un problema della'anca. E' necessario una risonzanza magnetica per valutare se il danno apparentemente fratturativo sia realmente tale e se sia insorto più o meno recentemente.
la fratture del collo femore sono spontanee esclusivamente in presenza di una significativa patologia dell'osso e non posso pertanto essere attribuite ad una condizione di sovraccarico lavorativo .
[#2] dopo  
389513

dal 2015
Buongiorno,ho fatto analisi x escludere patologie e deformita ossee ed è tutto negativo.Fatta R.M.esito-frattura composta del collo femore sx, esitata in pseudoartrosi,in assenza di eventuali alterazioni disegnale della spongiosa dei frammenti ossei.Il moncone femorale distale appare risalito cranialmente, con varismo a circa 90g.Attualmente si apprezza aspetto modicamento ispessito, con iperintensita del segnale interstiziale,del tendine del muscolo piccolo gluteo di sx, con associato aspetto edematoso del tessuto adiposo peritendineo,in rapporto a fenomeni entesetici,analoghi aspetti, di minore entita,interessano il tendine del muscolo medio gluteo omolaterale.Non significative quote fluide endoarticolari o endobursali.Normorappresentate le sincrodosi sacro iliache.Adesso i medici sono indecisi sul da farsi, casi come il mio,sono strani.Tutto cio potrebbe essere causato dal mio lavoro,visto che non faccio nessuno sport.Sopratutto come risolvere il mio caso e tornare alla normalita.Poi una curiosita,quanto tempo fa puo essere fatta la frattura,senza mai avuto nessun trauma,ed avvertire solo dolore modico al fianco e gluteo sx ,potrei escludere x adessola protesi ed optare x una scelta diversa.GRAZIE per la risposta.
[#3] dopo  
Dr. Nicola Fredella
24% attività
4% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
il referto della RM evidenza un esito fratturativo che probabilmente è superiore ai 2 mesi, altrimenti si avrebbe una alterazione di segnale nel collo femore come tentativo riparativo; ritengo tuttavia difficile esprimersi sul momento in cui è avvenuto senza una visione completa delle immagini (rx,tc e rm).
per quanto riguarda il trattamento. pur nella difficoltà di esprimersi senza aver visionato alcuna immagine, non credo che ci siano alternative al trattamento protesico.
[#4] dopo  
389513

dal 2015
buongiorno,i medici si sono consultati,e non vedendo nessun segno di guarigione della frattura,il28 settembre mi hanno operata.Ho subito un osteosintesi ed un osteotomia del femore prossimale sx,con placche e viti in titanio.Ho fatto rx di controllo e tutto procede bene,pero attualmente fino alla fine di dicembre sono in divieto di carico.Ho fatto la visita fisiatrica dove dice arto inferiore sx intraruotato.Chiedo un parere professionale,secondo lei è giusta la procedura, come mai cosi tanto tempo prima di caricare,di cosa hanno paura,come mai quando cammino il ginocchio tende ad andare in dentro, e perchè ancora non carico o perchè hanno sbagliato l,angolazione.Adesso sto facendo riabilitazione in piscina e con la terapista,x migiorare il tono muscolare, pero continuo ad avere dolori all,inguine,ed al fianco coscia è normale. Secondo lei e giusta la procedura dei medici nei tempi cosi lunghi ,come mai. I mezzi di sintesi dovro x forza toglierli, o potro evitarlo,poichè sono talassemica ed il decorso operatorio e stato complicato dalle troppe trasfusioni che ho dovuto avere.I medici hanno impiegato 2 mesi x decidere di operarmi, come mai ,perchè cosi io non cammino da luglio,e giusto continuare la piscina avendo dolori ,sopportabili,mi aiuta nella ripresa.Le sono mai capitati casi come il mio come si sono evoluti nel tempo.Mi hanno detto che dopo dovro evitare i lavori che sovraccaricano l, anca,cosa significa,saro a rischio rottura,visto che sono un operaia metalmeccanica,como mi devo comportare.Grazie x il tempo dedicatomi,scusi lo sfogo,e grazie x le vostre risposte precisi e professionali,e complimenti x il sito unico nel genere.