Utente 389XXX
Salve e buonasera, mi chiamo Debora e ho 18 anni, da due anni soffro costantemente durante i primi 2-3 giorni(la mestruazione mi dura dai 5 ai 7 giorni) del mio ciclo di abbondanti perdite che costringono di cambiarmi ogni 10 minuti, coaguli abbastanza grandi (che superano circa i 3-4 mm di grandezza), svenimenti e la maggior parte delle volte stitichezza, raramente (come oggi) diarrea. Non so cosa fare perché inizialmente pensavo fosse normale, poi guardando e leggendo altre esperienze ho capito che il mio caso era un fatto non tanto comune.
L'anno scorso feci un'ecografia, e la dottoressa mi disse che avevo leggermente l'utero inclinato in avanti, e che col tempo (o in futuro con una gravidanza) tutto si sarebbe messo apposto.
All'età di 5 anni mi diagnosticarono un'anemia da ferro, che tutt'ora mi porto dietro, ma sinceramente non ho mai approfondito..
Chiedo e spero di avere dei consigli, perché sono dolori lancinanti che con Buscopan+, Dolormin, e altri medicinali non riesco a far andare via, devo solo sopportare e rimanere nel letto tutto il giorno, perché rischio di svenire e di farmi seriamente male. Dico già che ho provato massaggi, borsa dell'acqua calda con acqua tiepida, doccia tiepida, ma nulla.. il ciclo mi arriva comunque con regolarità (ogni 26/28 giorni)
Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In questi casi è importante eliminare il dubbio di una patologia benigna come l'ENDOMETRIOSI e pertanto è importante eseguire una eco TV con dosaggio del CA125.
L'altra causa potrebbe essere legata ad una spiccata RETROVERSIONE uterina che associata a flussi mestruali abbondanti (vedi coaguli) le contrazioni conseguenti le procurano una spiccata dismenorrea.
Io le prescriverei immediatamente una pillola estroprogestinica che avrebbe un effetto sulla riduzione dei flussi ( Anemia) e sul dolore mestruale.
SALUTI