Utente 389XXX
Buongiorno a tutti,
Vi scrivo per avere consigli e delucidazioni su un problema che mi affligge da poco più di un mese. Tutto è cominciato con una leggera e occasionale sensazione di bruciore durante la minzione, alla quale non ho dato troppo peso in quanto non fortemente invalidante. Poi, a questo problema si sono aggiiunte:
-difficoltà a urinare e getto debole
-urgenza di urinare frequente (a volte anche dieci/quindici volte al giorno)
-calo improvviso della libido
-difficoltà a mantenere l'erezione anche durante la masturbazione
-quasi totale scomparsa di erezioni spontanee e notturne
-getto dell'eiaculato debole
-sensazione che il pene (anche da flaccido) fosse più molle
-diarrea per una settimana
-occasionale dolore zona pelvica
E ora anche febbre a 38.
Sono andato da due diversi urologi che mi hanno diagnosticato una sospetta prostatite. Mi hanno entrambi dato la stessa terapia (freprost-ciproxin-topster). Premetto che fino a soli due mesi fa la mia libido era molto alta e facevo sesso con la mia ragazza ogni giorno.Abbastanza improvvisamente tutto è cambiato. Mi chiedevo se questa sintomatologia potesse fare pensare anche a problemi di altra natura che concorrono alla disfunzione erettile e al calo della libido.Vascolari? Entrambi i medici non hanno trovato alcuna anomalia nei miei genitali esterni, imputando entrambi questi problemi alla sospetta prostatite sub-acuta. Pensate che dovrei approfondire con esami di natura diversa?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,é probabile che si trattasse di prostatite,considerata la diagnosi comune di due specialisti ma tale patologia non comporta calo della libido e/o del tono erettivo,per cui le consiglio di rivolgersi ad un andrologo dedicato che le chiederà i dosaggi ormonali e,probabilmente,eseguirà un ecocolordoppler dinamico penieno per valutare il quadro vascolare ed evitare voli di fantasia....Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 389XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dott. Izzo,
grazie della tempestiva risposta. Mi rivolgerò a un terzo specialista. Mi chiedo come mai, a fronte delle mie domande, entrambi abbiano inscritto queste problematiche nel quadro generale della sospetta prostatite, dicendomi che era tutto normale compatibilmente con quel problema.