Utente 185XXX
Buongiorno, mi è stata diagnosticata la fibromialgia, sono stata operata di ernia cervicale e ho due ernie lombari. il punto è che soffro tantissimo di dolori alle spalle, collo e braccia, con frequenti mal di testa, di capogiri e vertigini, ho problemi di concentrazione e difficoltà di sonno notturno. Prima della diagnosi di fibromialgia mi è stato riconosciuta un'invalidità del 46%. Il medico competente mi ha in precedenza messo delle limitazioni lavorative con movimentazione di carichi non superiori ai 5 kg e non utilizzare gli arti superiori sopra il livello delle spalle. Sono colaboratrice scolastica, lavoro da 28 anni, ho 50 anni. Mi ha poi richiesto una visita di verifica per eventuale prepensionamento. Secondo il suo parere adesso che mi hanno riscontrato anche questa malattia ho diritto ad ulteriori limitazioni in campo lavorativo e eventualmente ad un un pensionamento anticipato? La ringrazio per l'attenzione.
[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile signora purtroppo attualmente in Italia non esiste alcun riconoscimento di invalidità per quanto riguarda la sindrome fibromialgica. Da anni numerose associazioni di pazienti, medici di varie discipline ed operatori sanitari stanno cercando di abbattere il muro di preclusione da parte del mondo politico ed amministrativo. Da questo punto di vista meritevoli sono state le iniziative da parte per esempio della regione Veneto e della provincie autonome di Trento e Bolzano. Il mio consiglio è quello di tenersi in contatto con le associazioni dei malati per tutte le iniziative del caso. Cari saluti.
[#2] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, io l'invalidità ce l'ho già per ernie lombari e intervento con inserimento di cage alla cervicale. Mi hanno dato il 46%, Adesso il medico competente mi ha reso parzialmente idonea con limitazioni : non adibire alle azioni di movimentazione manuale dei carichi superiore a 5kg, non adibire a mansioni comportanti movimenti delle braccia al di sopra della linea delle spalle, prescrizioni si invia presso la Commissione Medica di verifica. Sono collaboratrice scolastica, lavoro da 28 anni e ho 50 anni, il datore di lavoro non ha assolutamente tenuto conto del verbale del medico del lavoroe mi ha assegnato le stesse identiche mansioni di prima aggiungendo a queste il servizio di portineria, volevo sapere, come posso comportarmi e se in sede di commissione può contare anche la fibriomialgia o come diceva in precedenza non è riconosciuta. La ringrazio molto per l'attenzione.
[#3] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Può fare ricorso sperando in una valutazione più favorevole ma sono abbastanza pessimista sul fatto che la diagnosi di fibromialgia possa contribuire ad un migliore risultato finale. In bocca al lupo!