Utente 389XXX
Buonasera Dottore,
sono un uomo di 37 anni in una buona forma fisica.

Da una settimana in fase di erezione e durante la masturbazione (durante i rapporti sessuali sarebbe difficile da notare) sento un nodulino sotto il pene (a metà strada tra glande e testicoli).
In fase di erezione non si sente subito ma appare solo dopo 10-15 minuti e diventa sempre più evidente e dura prima della fase di eiaculazione (fase in cui diventa anche visibile).
Quando il pene torna in fase di riposo non si riesce più nemmeno a sentire tramite palpazione.

Non ho mai avuto problemi in quella zona ma cercando su internet aggiungo due informazioni che potrebbero essere utili:

1-molto spesso mi depilo con la lametta.

2-negli ultimi due-tre mesi ho avuto delle infezioni e quindi delle uretriti (dolore durante la minzione e perdite dal glande): prima ho avuto l'ureaplasma che ho curato con gli antibiotici; fatto il secondo controllo per vedere se ero guarito hanno trovato la clamidia trachomatis, che ho curato con l'antibiotico un mese fà ma non credo di essere guarito. Adesso sto aspettando il risultato del terzo tampone uretrale.

Le cause di questo nodulino possono essere connese con queste informazioni o sono da ricercare altrove? Cosa potrebbe essere e cosa devo fare?

Grazie mille.

A presto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

difficile fare le correlazioni da lei chieste.

Detto questo poi le ricordo che in questi casi, da questa postazione e senza una valutazione clinica precisa e diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta un esperto andrologo.

Un cordiale saluto.