Utente 389XXX
Buongiorno,
Vi scrivo per chiedervi un parere circa alcune verruche che mi sono comparse sulle mani.
Ne ho diverse perchè ( credo ) quando uscirono le prime due, mi dissero che erano molluschi contagiosi e me li fecero curare con il Molluskin 2 volte al giorno per 10 giorni.. risultati? ora ne ho 5 abbastanza grandi che ieri un altro dermatologo mi ha bruciato con l' azoto ed altre sparse sulla mano dx molto piccole.
Fatta questa premessa, ora vi spiego i miei dubbi:
- il nuovo dermatologo, dopo essersi stupito che mi siano stai diagnosticati molluschi contagiosi anzichè verruche, ha detto che le verruche piane piccoline non sono da bruciare, innazitutto perchè non contagiose ( le toccava a mani nude dicendomi, "guarda, mica sono pazzo.. se fossero contagiose non lo farei" ) e poi perchè molto probabilmente andranno via da sole e che infatti in alcuni paesi il sistema sanitario non le "passa" più proprio per questo motivo, salvo casi in cui dovessero comparire sulla pianta del piede ( o zone delicate ) perchè dolorose oppure se estremamente radicate.
Mi ha consigliato solo di non grattarle perchè rischio non di contagiare altri ma di contagiare me stesso.
Secondo voi è possibile? Sono corrette queste informazioni?
ad ogni modo, tra 3 settimane ho la visita di controllo.

Grazie mille
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Le verruche piane , che hanno una morfologia ben diversa dai molluschi, possono essere certamente trattate , es con laser , come anche possono essere approcciate con una terapia attendistica , magari utilizzando creme a base di retinoidi o altro , per una possibile risoluzione spontanea.
In ogni caso faccia capo al suo dermatologo.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 389XXX

Iscritto dal 2015
Genti Dr. Griselli,
grazie mille per la celere risposta.
Quando avrò la visita di controllo, se le verruche piane saranno ancora identiche ad oggi, insisterò per fare in modo che mi dia una cura.
Ma è giusto dire che non rischio di contagiare altri?
Temo soprattutto per la mia compagna.. fino ad oggi cerco di toccarla il meno possibile a mani nude ed in casa cerco di usare sempre dei guantini di cotone ma, dato che questa situazione sta andando avanti da parecchi mesi, inizia a causare un disagio abbastanza importante.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Per la trasmissione occorre una recettivita ' importante, per cui il contagio non è cosi facile. Comunque il problema è sicuramente da affrontare. Cordialità