Utente 390XXX
Salve,
mi chiamo Andrea e mi sono operato 8 giorni fa per una ciste pilonoidale con chiusura finale con punti di sutura.
Questi ultimi giorni la zona operata si è infiammata ed è iniziato a uscire molto pus.
Oggi mi sono fatto vedere da un altro chirurgo che ha deciso di togliermi i punti, di aprirmela, medicarmi e lasciarla aperta, dicendomi di fare una medicazione ogni due giorni fino a che non si richiuderà.
C'è qualche modo per accelerare i tempi di guarigione e quindi favorire una più rapida chiusura?
Inoltre io tra 2 giorni dovrò fare un volo intercontinentale e dovrò stare più di 10 ore seduto in aereo, secondo voi questo può creare ulteriori problemi? Nel caso come potrei evitarli?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, purtroppo adesso il problema deve essere risolto per seconda intenzione e non esiste un modo reale per velocizzare la cicatrizzazione, se non con le corrette medicazioni. Per il viaggio non esistono problemi se non quello di continuare a medicare correttamente la ferita nel continente dove andrà.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille davvero per la celere risposta,
ma non ci sarebbe neanche un alimento o un integratore che potrebbe aiutarmi? anche solo un po'?

E durante questo periodo di recupero come mi dovrei comportare? Devo stare fermo, devo evitare di stare seduto il più possibile oppure basta semplicemente non fare attività sportiva?

Saprebbe dirmi quanto ci vuole in termini di tempo per recuperare?

Inoltre io ora andrò in Cina, secondo lei in un pronto soccorso cinese (so che gli ospedali cinesi non godono di grande fama per la qualità) sono in grado di farmi una semplice medicazione?

Grazie ancora e scusa per le molte domande.
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gli integratori servono a poco, può camminare e sedersi con delicatezza, eviti lo sport fino alla guarigione che in media può essere 2 mesi, ma il tempo è soggettivo per il tipo di ferita e per l'individuo. In Cina, in ospedali cittadini, sicuramente sono all'altezza del suo problema.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottore,
La volevo ricontattare per chiederle questo: ora la zona è sempre aperta ovviamente ma si sta riprendendo bene dall'infiammazione, ora sono stato in farmacia e mi hanno consigliato il Vulnamin, da mettere all'interno della cavità durante le medicazioni così da accelerare la guarigione.
Come deve essere messa questa crema? Posso mettere la crema appena prima dello zaffo? Ho solo paura che lo zaffo rimanga attaccato alla crema e quindi rimangano incollati poi pezzi all'interno della cavità.
Il medico che me la ha venduta si era sottoposto allo stesso intervento e mi ha spiegato che hanno semplicemente messo lo zaffo senza aspettare appena dopo la crema senza mai avere nessun problema, posso stare tranquillo?
[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si può stare tranquillo, la crema non incolla, rende la superficie più morbida.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
Mi scusi se la disturbo di nuovo.
La zona operata come le dicevo si sta riprendendo bene, almeno dall'infiammazione.
Adesso sono nati dei dubbi riguardo le attività che potrei fare o non potrei fare.
Il medico mi ha detto che devo stare a riposo, l'infermiere che mi fa le medicazioni ha detto che oramai posso fare semplici attività come ad esempio uscire per locali con amici oppure fare flessioni sulle braccia ( mi sono sempre tenuto in forma).
L'infermiere mi ha detto che secondo lui ora sudare non rappresenta più una minaccia per infezioni o altri problemi.
Personalmente la zona operata anche se aperta non mi da fastidio durante i movimenti e mi sento libero di fare tutto col corpo oramai, mi da fastidio solo quando mi sdraio o mi siedo su un certo tipo di poltrone.

Secondo lei posso tornare a fare attività come quelle descritte sopra o dovrei ancora stare sdraiato o al massimo seduto per altro tempo?

Lo chiedo perché sono una persona abbastanza sportiva, stare fermo non è il mio forte.
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Può riprendere gradualmente a fare le sue attività, se suda molto dopo la doccia dovrà ovviamente rimediare la ferita.
Saluti
[#8] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
La doccia ancora la faccio a pezzi quindi non sudo.
Per le attività invece se iniziassi a sudare che faccio? Mi fermo?
[#9] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
La mia risposta si riferisce alle attività, quindi quando finisce fa quello che le ho consigliato.
Saluti
[#10] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottore, sono arrivato all'estero e qui posso fare le medicazioni solo una volta ogni 4 giorni circa.
Volevo chiederle: se fossi in grado di farmi le medicazioni da solo (ho tutto il materiale e so i procedimenti) lei mi consiglia di farmele da solo e più spesso?

Oramai non sento più dolore quando faccio le medicazioni quindi da questo punto di vista farmele da solo non sarebbe un problema (l'ho dovuto già fare una volta in una situazione d'emergenza).
Lei che ne pensa?
Grazie
[#11] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
La zona non è proprio l'ideale per farsele da solo, ma se non ha altra possibilità, va bene così.
Saluti