Utente 386XXX
Gentili Dottori, vi scrivo perchè sono molto spaventata.
Lunedì 24 agosto ho fatto le analisi del sangue perchè, essendo una persona che tende all'ipocondria, il mio medico di base ha voluto togliermi ogni dubbio.
Le analisi sono buone, comprese quelle per la tiroide (a detta sua, perfette).
L'unico valore fuori dal normale è il Colesterolo totale che è a 308!
Trigliceridi 115 e HDL 73.
Io sono una ragazza di 32 anni, sono alta 1.60 e peso 49 chili. Sono snella e in forma. O almeno credevo :-(
Oggi ho fatto un elettrocardiogramma che generalmente faccio ogni anno perchè "soffro" di tachicardia sinusale di natura ansiogena. L'elettrocardiogramma era perfetto, pressione 120/80.
Quando ho detto al Cardiologo del colesterolo, mi ha detto che devo assolutamente sospendere la pillola (Gestodiol 20) perchè rischio trombosi o embolia polmonare!
Sono quindi scappata dal mio ginecologo, che mi ha leggermente tranquillizzata, dicendo che posso terminare le ultime 5 pillole, aspettare il ciclo, sospenderla e ripete le analisi tra un mesetto.
In realtà ci sarebbe una cosa da dire: ho una sorella gemella e lei ha fatto le analisi con me. Lei è addirittura più minuta di me, con colesterolo a 268.
Noi siamo state, ad agosto, in vacanza insieme. Siamo MOLTO golose, abbiamo mangiato molte uova, tanti crostacei e quasi ogni sera cozze e vongole. Generalmente mangio molti cornetti e merendine, ovviamente ho smesso e da quando ho fatto le analisi, sto mangiando diversamente. Più fibre, zero formaggi stagionati, zero carne rossa, zero molluschi e crostacei.

L'alimentazione può essere colpevole? Mia madre non ha il colesterolo alto, mio padre è deceduto molti anni fa e mia madre non ricorda che avesse questo problema. Mia nonna materna però era diabetica e alcuni zii hanno colesterolo alto.
Ho paura che io possa avere un infarto improvviso, ictus, trombosi, embolia.
Eppure speravo di calmare le mie paure facendo le analisi, visto che gli altri valori sono buoni.
Cosa devo fare? Che rischi corro, anzi corriamo nell'immediato?
Vi prego, ho bisogno di un parere.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
L'alimentazione può avere un suo peso per quel che riguarda i livelli di colesterolo: quindi si regoli con l' alimentazione e ripeta le analisi dopo due mesi.

Per la pillola, ne parli con il suo ginecologo; a me risulta che ci siano diversi tipi di anticoncezionali, e che il rischio di trombosi non sia assolutamente più così elevato come con le pillole di prima generazione.

Comunque, per il rischio di trombosi, non è importante il colesterolo, ma piuttosto altri fattori (omocisteinemia, presenza di predisposizione genetica alla trombosi....)

Il colesterolo è un rischio per l' aterosclerosi, ma sul lungo periodo! E' come l'acqua ricca di calcare ("dura"), che nel tempo incrosta le tubature.
[#2] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille Dottoressa,

sono una persona abbastanza ansiosa e mi sono spaventata molto.

un cordiale saluto,